Caso Miceli, Andrea Fedeli duro: «Non va via gratis, si farà un bel po’ di tribuna»


Le strade di Mirko Miceli e della Samb sembrano essere sul punto di separarsi, ma dirsi addio non sarà cosa facile, almeno stando al botta e risposta che si è verificato nelle ultime ore tra il procuratore del difensore, Giovanni Tateo, e l’amministratore delegato rossoblù Andrea Fedeli. «Nego categoricamente di aver chiesto un forte adeguamento di contratto, ma solo una cifra modica visto l’ottimo campionato che il ragazzo ha fatto lo scorso anno – ha detto l’agente al portale zonacalcio.net -. Per Miceli non sono mancate le richieste: Pisa ed Ascoli erano fortemente interessate, ma la Samb ha rifiutato qualsiasi scambio». La risposta di Andrea Fedeli è arrivata sulle colonne del Corriere Adriatico: «Il Pisa ci ha proposto un giocatore tra Eusepi, Negro e Di Quinzio, ma abbiamo detto di no perché tutti e tre non ci interessano sotto l’aspetto tecnico e hanno ingaggi molto alti. All’Ascoli invece abbiamo chiesto il giovane difensore Maurizi, classe 2001, ma il club ci ha risposto negativamente perché ha un’alta quotazione sul mercato». Quindi, quale sarà il futuro di Miceli? Andrea Fedeli è chiaro: «Se vuole andare via si troverà un accordo, ma sia chiaro non se ne va gratuitamente: la Samb non è una stazione ferroviaria. Se l’Ascoli e il Pisa lo vogliono ci offrano un giovane interessante o soldi. Intanto Miceli si farà un bel po’ di tribuna».

Redazione


Condividi questo post: