Casi di mercato? Palladini li smonta tutti: «Di Massimo sta giocando. Lulli e Mancuso qui stanno bene»


In settimana sono trapelate voci di procuratori, minuti giocati e non giocati, sirene di mercato e categorie superiori, ma il tecnico non ne fa un problema: «Di Massimo titolare per ben sette volte»…

In una recente intervista, il procuratore di Alessio Di Massimo ha messo in piazza i suoi malumori per lo scarso impiego del talento ex Avezzano. Ottavio Palladini, interrogato in merito, spiega:

«Sembra che io ce l’abbia con Di Massimo, non è assolutamente così. Il suo minutaggio è allo stesso livello dei compagni di reparto, con Tortolano che ha giocato qualche minuto in più. Alessio è stato impiegato in undici gare, sette delle quali da titolare. Sono quasi 600 minuti. Nel conto mettiamo anche che ha saltato le prime giornate per infortunio».

Tutto si può dire, insomma, ma non che non giochi:

«La sua gestione è importante ed è un ragazzo che viene dalla primavera della Juve dove, tra l’altro, non è neanche stato impiegato con continuità. Va aiutato perché deve migliorare, soprattutto nelle fasi di non possesso».

Il rendimento di Mancuso, invece, è impressionante e la vetrina della Lega Pro lo ha messo in bella mostra così da catturare le attenzioni di società di più alte categorie. Lo stesso discorso vale per Lulli:

«La Lega Pro è una bella vetrina, certo, e i ragazzi ci tengono a far bene, ma è giusto che si allenino serenamente. Stanno bene qui a San Benedetto quindi si tratta di cercare una soluzione che penso si troverà. Sono convinto che la società cercherà di fare il massimo».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: