Candreva con la Ternana, Consigli con la Samb: quante curiosità nell’ultimo precedente


di ADA


La Ternana è la 56^ squadra italiana per tradizione sportiva FIGC. Nella sua storia conta due partecipazioni in Serie A (la più recente nell’edizione 1974/75) e 27 in Serie B (l’ultima nella passata stagione, 2017/18). È stata la prima squadra dell’Umbria a militare nel massimo campionato nazionale nel 1072/73. La squadra e i suoi calciatori sono noti con il soprannome di Fere (belve o bestie in dialetto ternano): per questo il simbolo del club è la figura mitologica della Viverna, identificata anche nell’araldica locale come il Drago Thyrus. I colori sociali sono il rosso ed il verde. La società è stata rifondata nel 1935, 1945 e 1993. Attualmente la proprietà è della Ternana dell’Università “Niccolò Cusano”, presidente è Stefano Ranucci. Allenatore della prima squadra è Fabio Gallo, che è addirittura il terzo mister di questa stagione rossoverde: prima di lui sono stati esonerati Luigi De Canio e l’ex Samb Alessandro Calori. Le partite interne della Ternana si giocano allo stadio Libero Liberati: capienza di 22.000 di spettatori, terreno di gioco in erba naturale. Quello del Riviera delle Palme sarà il primo incrocio in campionato tra le due formazioni, visto che deve ancora essere recuperato il match di andata (inizialmente previsto per il 28 ottobre, verrà disputato il 6 marzo alle 20:30). L’ultimo precedente tra Samb e Ternana risale al 1 aprile 2007 (campionato di Serie C1 – girone B) e si è risolto con uno 0-0.


IL PRECEDENTE

TERNANA-SAMB 0-0

TERNANA (in ord. numerico): Ginestra, Del Grosso, Danotti, Miceli, Trinchera, Taccola, Candreva (14’st Pacilli), Cardona, Tozzi Borsoi, Bussi (23’st Ciarcià), Bonfiglio (37’st Fanasca). A disp. Bedin, Ricca, Ferrario, Del Nevo. All. Raimondo.

SAMB (in ord. numerico): Consigli, Tinazzi (35’st Varriale), Grillo, Iovine (18’st Della Rocca), Zammuto, Landaida, Carlini, Giorgino, Morante, Visone (dal 37’st Loviso), Desideri. A disp. Chessari, Olivieri, Tripoli, Simonetta. All. Andreozzi (Ugolotti squalificato).

ARBITRO: Vuoto di Livorno.


Condividi questo post: