Bove: «Dietro le punte mi trovo bene, ma sto imparando a fare il play»


L’ultima gara giocata prima dell’infortunio è datata 17 ottobre. Poi uno stop protrattosi fino alla fine del 2018 con un inizio d’anno particolarmente difficile. Ma Gabriele Bove ora sta bene ed è pronto a dare il suo apporto nel forcing finale del campionato.


Dodici partite da spettatore sugli spalti, 19 convocazioni e oltre 500 minuti all’attivo in questa stagione. Il playmaker del centrocampo rossoblù parla della competizione nel girone B lodando il gioco dell’Imolese e del modo in cui sta affinando la tecnica per lavorare al meglio in cabina di regia:

«Non sono rimasto particolarmente colpito da qualche calciatore singolo tra gli avversari che abbiamo incontrato – ha spiegato ai microfoni di VeraTv -. Al contrario sono impressionato dalla capacità di giocare dell’Imolese. Credo che contro di noi abbiano giocato la loro partita migliore. La mia posizione? Con Moriero avevo sempre giocato e mi trovavo bene a ridosso delle punte. Col tempo sto imparando anche a giocare da play davanti alla difesa e lì pure ci sono dei vantaggi perché posso impostare meglio l’azione».


Condividi questo post: