Ballarin, i tifosi alla politica: «Vi ricordate solo in campagna elettorale»


Una denuncia bi-partisan, perché gli unici colori che contano – per i tifosi della Samb – sono il rosso ed il blu e non quelli della politica. Che lo spettacolo più bello della partita col Fano sia stato quello sugli spalti è un dato di fatto, ma nel corso del match di domenica pomeriggio la tifoseria rossoblù, o almeno parte di essa, ha voluto prendere una posizione chiara riguardo alla questione Ballarin.

IL MESSAGGIO AL COMUNE – «Cambiano le amministrazioni, tutto resta uguale. Vi ricordate del Ballarin solo in campagna elettorale!». Molto chiaro il messaggio che è stato rivolto all'amministrazione comunale con uno striscione apparso all'ingresso della Curva Nord prima dell'inizio della partita. Non è un mistero che l'attuale sindaco Pasqualino Piunti ed il suo schieramento abbiano appoggiato la "crociata" pro-Ballarin quando si era anche mosso il Comitato Fondazione Ballarin con assemblee pubbliche e progetti per la riqualificazione. A distanza di mesi, però, la Fossa dei Leoni resta un luogo del degrado. Di qui la denuncia dei tifosi.

ALTRO CHE PARCHEGGIO – Ma lo striscione esposto all'esterno dello stadio non è stato l'unico messaggio rivolto dalla curva Nord alla politica sambenedettese. Nel corso della partita ad esser preso di mira è stato il consigliere comunale Tonino Capriotti, che nelle scorse settimane aveva invitato chi di dovere a prendere in considerazione l'idea di un parcheggio nell'area Ballarin. «Capriotti comprati un garage» la provocazione piuttosto diretta da parte dei tifosi nei confronti dell'esponente del Partito Democratico.

Redazione

Condividi questo post: