Andrea Fedeli e la vittoria di Santarcangelo: «Dura senza il rigore, ma i ragazzi hanno saputo soffrire»


Una vittoria è sempre la miglior medicina. Quella della Samb a Santarcangelo forse vale più dei tre punti incamerati in classifica. I rossoblù hanno espugnato il Mazzola grazie al rigore di Vittorio Esposito. Tutti piuttosto soddisfatti, le facce dopo il triplice fischio si sono abbandonate ad un accenno di sorriso. Andrea Fedeli, pungolato tra le colonne del Corriere Adriatico, racconta la sua partita:

«Abbiamo raccolto tre punti d’oro e  ci volevano proprio per la nostra classifica. È stata una partita condizionata dal campo di gioco – al limite della praticabilità – ed infatti è stata brutta. Sono gare che se non si sbloccano subito finiscono quasi sicuramente 0-0. Quello che si è visto sabato sera si sarebbe dovuto fare anche con il Mestre. Certo, senza quel rigore forse sarebbe stato difficile vincere, ma nel calcio si vive di risultati e quindi questi tre punti sono benedetti. I ragazzi hanno saputo soffrire e credo che non sarà facile nessuno vincere a Santarcangelo, considerato che lottano per salvarsi. Sono arrivate le risposte che ci aspettavamo dopo la sconfitta con il Mestre e il ritiro a Cascia con la vittoria e con la voglia che hanno messo in campo i ragazzi. Il gruppo si è dimostrato solido»

Condividi questo post: