Anche Ronaldo segue la Samb, Moriero: «Si informa sempre sui miei risultati»


La peculiarità di avere come tecnico uno che in carriera ha militato tra le fila di Roma e Inter (tra le tante) è che spesso si vada ad approfondire, oltre che nel presente dell’allenatore, anche nel passato del giocatore. Così ha fatto la Gazzetta dello Sport con Francesco Moriero riguardo un piccolo, ma per niente sottovalutabile, dettaglio: il rapporto con il Fenomeno, Ronaldo Luis Nazario da Lima.
Sulla sua, fino ad ora molto positiva esperienza sambenedettese, il tecnico ha ammesso:
«Questo gruppo mi ricorda quello del Crotone nel 2009, quando centrammo la promozione. Proveremo ad ottenere lo stesso risultato. La Samb ha grandi margini di miglioramento, dobbiamo gestire bene l’entusiasmo di una piazza così passionale. Nel nostro girone mi ha sorpreso il Renate: gioca bene ed hanno giovani interessanti. In C non si vince con i nomi e loro lo dimostrano».
L’immagine di Moriero Sciuscià” con la casacca dell’Inter vincitrice della Coppa Uefa è entrata un po’ nell’immaginario collettivo di tutti gli sportivi. In quella squadra c’era pure Il Fenomeno:
«Ho giocato con campioni come Baggio e Totti, ma lui resta il numero uno assoluto nel calcio. Abbiamo mantenuto un legale fortissimo e ogni volta che viene in Italia passiamo del tempo insieme. Si informa sempre dei miei risultati. Sono orgoglioso di essere suo amico. Ronnie fa bene a girare il mondo e divertirsi, con tutti i soldi che ha guadagnato, non deve mica sudarsi la pagnotta come noi comuni mortali (e ride, ndr).  Se tornerà in Italia lo inviterò a vedere una partita della Samb».
Ha parlato di Totti e Baggio, Moriero. I tre sono legati da un filo invisibile, quello di Carletto Mazzone, che li ha forgiati. L'allenatore romano ha avuto sotto al sua ala un altro leccese, collega dell’attuale allenatore della Samb, Antonio Conte:
«Siamo come fratelli. Tutte le estati ci rivediamo a Lecce e ci confrontiamo su moduli e tattiche. Abbiamo avuto un grande maestro come Mazzone che ci ha insegnato i valori della vita: mi ispiro a lui nella gestione dello spogliatoio, per noi era quasi un papà».

Redazione

Condividi questo post: