Al «Riviera» si torna a far festa: Giulianova battuto 2-0


SAMBENEDETTESE – GIULIANOVA 2 – 0

MARCATORI: 10' pt Palumbo, 32' pt Barone (rig.).

 

LE FORMAZIONI

SAMB (4-3-3): Pegorin ('96); Flavioni ('97), Salvatori, Conson, Pino ('96) [13' st Montesi ('96)]; Sabatino, Barone, Trofo ('95); Titone, Bonvissuto [24' st Sorrentino ('95)], Palumbo [32' st Pezzotti]. A Disposizione: Reali, Tagliaferri, Casavecchia, Mattia, Vallocchia, Prandelli. Allenatore: Ottavio Palladini.

GIULIANOVA (4-4-2) : Zaccagnini; Perucca [35' pt Mastrilli ('97)], Ferrante, Vita, Marini; De Iorio ('97) [25' st Emili ('97)], Silvestri ('96), Cerasi ('98), Sborgia ('95); Di Stefano [1' st Ranieri], Giampaolo ('95). A Disposizione: Ursini, Marzucco, Gasparotto, Ndiaye, Beccaceci, Nannarone. Allenatore: Francesco Giorgini.

ARBITRO: Lorenzin di Castelfranco Veneto (Vettori – Andreetta)

AMMONITI: 6'pt Pino, 31'pt, Perucca, 35'pt De Iorio, 3'st Silvestri, 40'st Ranieri.

ANGOLI: 5 – 4.

RECUPERI: 1' – 3'.

NOTE: Splende il sole sul Riviera delle Palme. Samb in campo con la seconda divisa (bianca con inserti rossoblù), Giulianova con la classica casacca giallorossa. Terreno di gioco in buone condizioni, temperatura di 17°C circa. Spettatori: 3000 circa, di cui 40 da Giulianova.

La Samb torna a vincere in casa con l’ultima della classe. I rossoblù passano in vantaggio con Palumbo e dopo la mezz’ora chiudono il match con Barone su rigore. Seconda partita senza reti subite per Palladini…

L'allievo batte il maestro e la capolista continua a volare. La Samb di Palladini supera il disastrato Giulianova di Giorgini, che proprio in giallorosso aveva avuto a disposizione l'Ottavio giocatore: troppo grande la differenza di qualità tra la prima e l'ultima del girone F. Ai rossoblù basta mezz'ora per fissare il punteggio sul 2-0 ed assicurarsi la seconda vittoria consecutiva.

Il neo acquisto rossoblù Pino esordisce subito, ed è una delle poche novità nella formazione di casa, l'altra è rappresentata da Flavioni confermato sulla fascia dopo la gara di coppa Italia contro la Folgore Veregra. Ospiti in piena emergenza con il tecnico Giorgini che si affida al classe '98 Cerasi per puntellare il centrocampo. In panca si vede Emili, ex Samb. Partenza buona dei rossoblù che mettono subito in crisi la retroguardia ospite con una buona galoppata di Palumbo, fermato fallosamente da Sborgia sull'esterno dell'area di rigore. Gioca solo la Samb che trova il vantaggio con il solito Palumbo: Titone riceve al limite dell'area da Sabatino, serve Bonvissuto con un preciso lob, il sinistro viene intercettato da Zaccagnini con la sfera che si impenna, Palumbo si catapulta in rete spingendo il pallone oltre la linea. Giuliesi in balìa delle onde e gioco ospite latitante. Samb in cattedra e vicina al raddoppio con Salvatori che, su corner di Barone, svetta in area e colpisce di testa, sparando alto il pallone. È un monologo rossoblù con diverse azioni pericolose tra cui, quella degna di nota, al 25' su affondo in solitaria di Palumbo che si libera della marcatura di Marini fintando il cross ed entrando in area per poi concludere con un bel rasoterra fuori di poco, comunque controllato da Zaccagnini. Il Giulianova ci prova solo da calcio piazzato, fatale è, però, il corner alla mezz'ora quando il cross viene intercettato da Trofo che serve Titone a centrocampo. L'esterno, invertito con Palumbo da Palladini, si invola e trova l'ingresso in area dopo una serie di finte nei confronti di Perucca che lo stende e causa il rigore. Barone, dal dischetto, è impietoso e fa esplodere la Nord. 2 a 0 e Giorgini che tenta già il tutto per tutto buttando in campo Mastrilli e ridisegnando il modulo di gioco in un più offensivo 4-3-3. Arriva la fine della prima frazione di gioco con una buona Samb, a tratti brillante, e un Giulianova incapace di tracciare in campo trame anche lontanamente pericolose per la retroguardia di casa. La ripresa si apre così come il primo tempo si era chiuso. Samb con in mano il pallino del gioco e folate avversarie che si infrangono contro il comparto difensivo guidato da Salvatori e Conson. Barone, dopo 8 minuti di gioco, rischia l'eurogol approfittando di un rilancio sbagliato dell'estremo ospite e tentando la conclusione di prima, pallone che tocca la parte alta della rete. Fanno la voce grossa gli uomini di Palladini che sono riusciti a portare la gara sui binari giusti costringendo gli avversari ad affidarsi a qualche timida ripartenza. Ci prova Titone, al 26', servito da un bel lancio di Sabatino, involandosi da centrocampo verso l'area ospite: punta e tenta la conclusione, fuori di poco. Pochi minuti dopo Trofo strappa un gran pallone dai piedi di Ferrante e serve ancora Titone, sulla fascia sinistra, zona centrocampo. Si invola il numero 7 che vede e serve Sorrentino. Il dribbling dell'attaccante è efficace e si libera del marcatore trovando la chiusura del triangolo con Titone che, da posizione defilata, tenta il tiro, palla sul fondo. Il Giulanova si fa pericoloso per la prima volta a cinque minuti dal termine con Giampaolo che, approfittando di un disimpegno errato, tenta la conclusione da considerevole distanza. Palla fuori. Finisce come da pronostico, con la Samb che raggiunge quota 22 in classifica, inseguita a stretto giro dal San Nicolò.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: