A Sanderra piace la Giovine Samb: «Di Pasquale molto migliorato, Di Massimo deve crescere»


L’allenatore della Samb a poche ore dalla sfida col Modena ha detto al sua anche sulla condizione di Bacinovic: «Armin si è allenato poco, devo valutare se e come utilizzarlo»…

La partita contro il Modena potrebbe vedere riconfermata la "giovine" Samb che è tornata a casa con un punto incassato all'Atleti Azzurri d'Italia. L'indiscrezione, neanche tanto celata, arriva direttamente da chi compila il foglio dell'undici titolare nel pre-partita. Stefano Sanderra, alla vigilia di Modena-Samb, torna sul lavoro fatto dai suoi nell'ultima trasferta di campionato:

«Il Modena ha attaccanti dotati di una struttura fisica imponente: Mattia e Di Pasquale si ritroveranno dei clienti scomodi domani, quindi non dovranno mai sbagliare i tempi di interpretazione ed uscita. Insieme stanno giocando molto bene sotto il profilo tattico. Avremo bisogno dello stesso apporto difensivo che il centrocampo ci ha garantito contro l'AlbinoLeffe».

Di Pasquale, con l'arrivo dell'ex Latina, era passato in secondo piano scalzato proprio da Mattia, terzo nelle gerarchie, alle spalle del duo Mori-Radi:

«Il ragazzo è cresciuto molto in allenamento, in particolare per quanto riguarda la lettura dei tempi che era la cosa che lo metteva maggiormente in difficoltà».

Alessio Di Massimo, invece, è ancora un talento inespresso da cui il tecnico sta provando a trarre il massimo:

«A Bergamo è un po' sparito, è vero. Lui è così, molto discontinuo: alterna partite brillanti ad altre in cui lascia molto a desiderare. Se riceve pochi palloni non entra in partita e di conseguenza soffre anche la fase difensiva. Fa parte di un processo di crescita, ma l'atteggiamento visto nell'ultima gara non mi è piaciuto».

Chiude parlando del possibile impiego di Armin Bacinovic, che "under" non lo è più, ma il cui impiego, a centrocampo, si sente e come:

«Armin si è allenato poco nei giorni scorsi. Dovrò valutare se impiegarlo o meno».

Nel caso in cui lo sloveno dovesse restare fuori dall'undici titolare si andrebbe verso la configurazione a tre del centrocampo rossoblù guidato da Loris Damonte in mezzo, affiancato da Alessandro Sabatino e Luca Lulli.

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: