A San Benedetto arriva una Reggiana che non sa più vincere: solo 0-0 col Mantova


REGGIANA – MANTOVA 0-0

REGGIANA (5-3-2): Narduzzo; Panizzi, Rozzio, Trevisan (44′ st Sabotic), Spanò, Ghiringhelli; Calvano (36′ st Lombardo), Genevier, Bovo; Carlini (32′ st Guidone), Cesarini. A disposizione: Rizzi, Demalija, Rocco, Pedrelli, Sbaffo. Allenatore: Menichini.

MANTOVA (5-3-2): Tonti; Diaby (38′ st Cristini), Siniscalchi, Vinetot, Bandini (21′ st Regoli), Donnarumma; Salifu, Di Santantonio, Smith; Guazzo (5′ st Caridi), Marchi. A disposizione: Bonato, Maniero, Cristini, Cittadino, Sodinha, Tripoli, Boniperti, Haouhache. Allenatore: Graziani.

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina (Vingo-Mansi).

AMMONITI: Vinetot, Trevisan.

RECUPERO: 0’-5’.

ANGOLI: 3-0.

Sotto la guida di Menichini la Regia ha ottenuto soltanto due punti nelle ultime tre partite: gara dai ritmi bassi quella contro i biancorossi di Graziani. Domenica c’è la Samb…

REGGIANA – MANTOVA 0-0

REGGIANA (5-3-2): Narduzzo; Panizzi, Rozzio, Trevisan (44′ st Sabotic), Spanò, Ghiringhelli; Calvano (36′ st Lombardo), Genevier, Bovo; Carlini (32′ st Guidone), Cesarini. A disposizione: Rizzi, Demalija, Rocco, Pedrelli, Sbaffo. Allenatore: Menichini.

MANTOVA (5-3-2): Tonti; Diaby (38′ st Cristini), Siniscalchi, Vinetot, Bandini (21′ st Regoli), Donnarumma; Salifu, Di Santantonio, Smith; Guazzo (5′ st Caridi), Marchi. A disposizione: Bonato, Maniero, Cristini, Cittadino, Sodinha, Tripoli, Boniperti, Haouhache. Allenatore: Graziani.

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina (Vingo-Mansi).

Menichini, arrivato da qualche settimana sulla panca reggiana, voleva maggior stabilità sulla difensiva così ha optato per una linea imbastita con cinque difensori che in fase offensiva si trasforma nella retroguardia a tre con due esterni di centrocampo Panizzi e Ghiringhelli nell’occasione. L’equilibrio e la paura di perdere hanno frenato le due squadre che hanno messo in campo un gioco poco spettacolare. La prima azione pericolosa dei padroni di casa arriva sul finire del primo tempo quando la Reggiana capisce che il ritmo deve aumentare se vuole ottenere qualcosa più dello 0 a 0 ma Calviano non è fortunato e così si va negli spogliatoi sul pari tra gli sbadigli del pubblico. La ripresa è un po’ più viva, anche se ben distante da un ritmo sostenuto, ma almeno si vedono due squadre più intenzionate a trovare la via del gol che il Mantova sfiora con Regoli su cross di Marchi al 25’. Poco prima del novantesimo è Lombardo a scoccare il tiro nella porta avversaria, ma il pallone va a spegnersi sul fondo. Azioni con il contagocce, gara noiosa e ritmi bassi: novanta minuti soporiferi per la Reggiana che domenica farà visita alla Samb sul prato del Riviera delle Palme.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: