28 squadre ed un sogno chiamato Serie B: ecco come funzionano i play off


Accoppiamenti, regole, regoline ed eccezioni: la guida definitiva per capire il funzionamento degli spareggi che spalancheranno le porte della cadetteria ad un solo club…

La formula playoff, per quanto possa far risplendere il terzo campionato italiano, corrisponde ad una vera mattanza per i partecipanti. Basti pensare che 28 squadre si giocano un solo posto, tanto basta.

FORMULA – Saranno tre le fasi in cui i playoff di Lega Pro saranno suddivisi: la “prima fase”, la “seconda fase” e le final eight.

PRIMA FASE – Se la vedranno i team classificati dalla terza alla decima posizione e si incontreranno, in gara secca, in casa della squadra meglio classificata. Gli accoppiamenti saranno: terza vs. decima; quarta vs. nona; quinta vs. ottava; sesta vs. settima.

SECONDA FASE – Ora si uniscono le tre seconde classificate, la vincitrici della prima fase e la squadra vincitrice della Coppa Italia. Il trofeo, però, è stato vinto dal Venezia, già promosso in Serie B. Si procederà all’individuazione di un’altra squadra secondo i seguenti criteri: la terza classificata nei vari gironi che avrà ottenuto il maggior numero di punti (in caso di parità si prenderà in considerazione il maggior numero di vittorie, il maggior numero di reti segnate e, in ultimo, la minor media età tra i calciatori impiegati). Ai fini della individuazione delle otto squadre della prima fase, si prenderanno in considerazione le squadre classificate dal quarto all'undicesimo posto nel girone in cui ha militato la terza classificata che beneficia dell’accesso diretto.

Analogamente si procederà nella ipotesi in cui la vincente della Coppa Italia o la perdente della finale di Coppa Italia (se la vincente è preclusa), abbiano acquisito alla fine delle stagione regolare il diritto alla partecipazione ai play off della Prima Fase. Di seguito gli accoppiamenti:

Gara 1: A (2’ classificata girone A) vs O (vincente 5’ – 8’ girone C)
Gara 2: B (2’ classificata girone B) vs P (vincente 6’ – 7’ girone A)
Gara 3: C (2’ classificata girone C) vs Q (vincente 6’ – 7’ girone B)
Gara 4: D (3' classificata che sostituisce la vincitrice della Coppa Italia) vs R (vincente 6’ – 7’ girone C)
Gara 5: E (vincente 3’ – 10’ girone A) vs L (vincente 4’ – 9’ girone C)
Gara 6: F (vincente 3’ – 10’ girone B) vs M (vincente 5’ – 8’ girone A)
Gara 7: G (vincente 3’ – 10’ girone C) vs N (vincente 5’ – 8’ girone B)
Gara 8: H (vincente 4’ – 9’ girone A) vs I (vincente 4’ – 9’ girone B).

FINAL EIGHT – Il programma delle Final Eight è quello che più si avvicina ad un confronto classico: le squadre vincenti del secondo turno saranno sorteggiate e quindi il tabellone non vedrà accoppiamenti prestabiliti. I quarti di finale saranno disputati in gare di andata e ritorno, in caso di pareggio si giocheranno supplementari ed eventualmente i rigori. Le semifinali e la finale si giocheranno in gara unica, in campo neutro scelto dalla Lega. Anche qui, in caso di parità al termine dei 90’ si procederà con i supplementari ed i calci di rigore.

Condividi questo post: