Un poker per ripartire: Porto d’Ascoli-Urbania è 4-2


PORTO D'ASCOLI – URBANIA      4 – 2

MARCATORI: 18'pt Sacchi, 24'pt Rosa, 41'pt Biancucci, 19'st Nepa, 25'st Pagliardini, 28'st Candellori.

 

LE FORMAZIONI

PORTO D'ASCOLI: Cinaglia, Leopardi, Viti, Biancucci, Ciotti, Sensi, Candellori (42'st Donzelli), Tedeschi, Rosa (8'st Cingolani), Bolzan (32'st Gabrielli), Nepa. A disposizione: Capriotti, Grossetti, Tommasi, Tarli. Allenatore: Filippini.

URBANIA: Rossi N., Renghi, Rossi M. (12' st Barzotti), Gaggiotti, Temellini (40'st Prisacaru), Patarchi, Pagliardini, Ricci, Traversa (12'st Fraternali), Calvaresi, Sacchi. A disposizione: Ducci, Carpineti, Azzolini, Cantucci. Allenatore: Fucili.

ARBITRO: Gabriele Sacchi di Macerata (Tonti-Pagliari).

AMMONITI: Sensi, Viti, Gaggiotti, Nepa, Biancucci, Renghi, Gabrielli.

ANGOLI: 11 – 3.

RECUPERI: 2' – 5'.

NOTE: osservato un minuto di raccoglimento per le vittime dell'attentato di Parigi. Spettatori: 200 circa.

La squadra di Filippini va sotto al 18′, ma poi ribalta il punteggio al «Ciarrocchi» grazie a Rosa, Biancucci e Nepa. Nella ripresa gli ospiti accorciano, poi sigillo finale di Candellori…

Il Porto D'Ascoli vince contro l'Urbania nell'anticipo della 10ma giornata per 4-2 in una gara con tante emozioni ma anche tanti errori. Quelli commessi dagli ospiti risulteranno decisivi ai fini del risultato. La gara si sblocca al 18'quando uno splendido lancio di Pagliardini trova sul secondo palo Sacchi che insacca in scivolata. Il pari dei biancocelesti arriva al 24' con Rosa che sfrutta una indecisione del portiere ospite e di Patarchi infilando nella porta sguarnita. Al 30' grande occasione per Sacchi che si vede respingere il tiro da Cinaglia. Al 33' l'arbitro fischia un penalty per il PDA per un fallo di Matteo Rossi su Rosa ma il numero 9 si fa ipnotizzare il tiro dal portiere che devia in corner. Il vantaggio, però, arriva al 41' quando Biancucci fa partire un diagonale che non lascia scampo all'estremo diffensore. Nella ripresa, al 19', i padroni di casa fanno tris con una precisa punizione calciata da Nepa ma 6 minuti dopo Pagliardini la riapre infilando centralmente, con un tiro sotto la traversa, Cinaglia. Il match rimane in bilico lo spazio di 180” perché un errore grossolano di Temellini permette a Candellori di fissare il risultato sul 4-2 finale.

Enrico Tassotti

Condividi questo post: