Trillò: «Alla Samb ambiente bellissimo. Ora allenamenti, playstation e studio»



Un bilancio sulla sua stagione con la Samb (la seconda da tesserato ma la prima effettiva visto che nel 2018/19 è stato in prestito all’Arzachena) e un’impressione su come si sta vivendo questa fase di emergenza Coronavirus. Lorenzo Trillò ne ha parlato al sito ufficiale del club rossoblù.

«In Sardegna ho iniziato il mio percorso di crescita tra i pro e quest’anno mi sono messo a disposizione della Samb per continuare a migliorarmi in particolar modo nella fase difensiva – le sue parole –. Qui ho trovato un ambiente bellissimo, ho legato tanto con tutti e in particolare con Di Massimo, Gemignani, Volpicelli e Cernigoi con loro ci sentiamo tanto anche fuori dal campo».

Trillò, che è rimasto a San Benedetto del Tronto anche in questa fase di isolamento forzato, ha parlato anche di come sta vivendo queste particolari settimane:

«Vivo da solo, ci alleniamo da casa ma non è la stessa cosa. Mi manca il campo, lo stare insieme con i compagni anche si ci sentiamo sempre e con Di Massimo (tra l’altro mio vicino di casa) e Gemignani giochiamo con la playstation a Call of Duty tutti i giorni in pratica. Due settimane fa mi sono iscritto a scienze motorie all’E-campus, un’università online, e mi sto dedicando quindi anche allo studio in questi giorni».


Condividi questo post: