Tra i titolari torna Lulli ma Ottavio studia molte varianti: Fioretti potrebbe ritrovare spazio


Nel recupero contro il Padova il tecnico sambenedettese può tornare a contare sul suo numero sei per opporsi al 3-5-2 avversario. Dal canto suo Brevi deve fare a meno di Neto Pereira…

QUI PADOVA – A Castel di Lama, dove i biancoscudati si stanno preparando alla sfida contro la Samb di domani, c’è ottimismo con i giocatori che vogliono assolutamente provare a fare punti sfruttando la vicinanza di due incontri. Brevi dovrà fare a meno di Neto Pereira, alle prese con una lesione del menisco mediale del ginocchio sinistro. In avanti certi del posto sono Altinier, che dopo la gara di Macerata, dove ha fallito un rigore, sembra essersi perso e Alfageme, punta dinamica, ma poco incisiva. La novità potrebbe essere l’impiego di Emerson a centrocampo, ruolo che ha già ricoperto ai tempi del Livorno, ma questa sarebbe una possibilità piuttosto remota.

CASA SAMB – Out Frison, come ampiamente ripetuto nelle ultime ore, spazio a Fabio Pegorin, reduce dalla bella prestazione di Venezia. In difesa c’è Ferrario che dovrebbe giocare insieme a Mori, con Radi appiedato per l’ultimo turno (su due che aveva beccato contro il Parma). Qualche novità potrebbe esserci a centrocampo dove Ottavio Palladini ha provato Damonte, che a Venezia ha giocato a destra mentre contro il Padova potrebbe prendere il posto di Berdardocco. In avanti Fioretti è in vantaggio su Sorrentino, che ha bisogno di tirare il fiato, non è escluso l’impiego dell’attaccante romano a partita in corso.

PROBABILE FORMAZIONE – Samb (4-3-3): Pegorin; Di Filippo, Ferrario, Mori, Pezzotti; Lulli, Damonte, Sabatino; Tortolano, Fioretti, Mancuso.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: