Spesso vicini, ma non abbastanza… Samb e Magi finalmente insieme


di Daniele Bollettini

DA AVVERSARIO – Pur avendo accumulato diversi precedenti, sempre da avversario, il tecnico marchigiano si è guadagnato le attenzioni rossoblù quando nel 2014/15 ha condotto la Maceratese verso il primo posto del girone F di Serie D: quel campionato la Samb lo chiuse al terzo posto e negli scontri diretti non riuscì mai a battere i biancorossi (sconfitta all’Helvia Recina e pareggio al Riviera delle Palme). Nell’anno successivo Magi ha sfidato ancora i rossoblù, stavolta nella Poule Scudetto di Serie D, in un girone di ferro che vedeva ai nastri di partenza anche il Parma. Anche in quell’occasione gioia per il tecnico pesarese, che vinse 1-0 nel giorno che i sambenedettesi ricordano più come quello della festa di fine stagione con squadra e società che avevano reso possibile il ritorno nei professionisti. La rivalsa della Samb è avvenuta nella stagione 2016/17, quando tra campionato e play off sono arrivate tre vittorie su tre contro il Gubbio guidato da Magi, mentre nell’annata che è appena finita negli archivi è arrivato uno 0-0 al Riviera delle Palme tra la squadra allenata da Capuano e il Bassano, con cui Magi però non ha terminato la stagione.

TANTI ACCOSTAMENTI – Ma Beppe Magi non ha conosciuto la Samb soltanto nelle vesti di avversaria. In più circostanze, infatti, il suo nome è stato accostato alla società guidata dalla famiglia Fedeli, e non a caso. Prima di accasarsi al Gubbio nell’estate 2015, infatti, il suo nome era tra quelli che potevano finire sulla panchina rossoblù, poi affidata a Beoni (esonerato per far posto a Palladini dopo poche giornate di campionato). Vicini, ma non abbastanza. È accaduto anche nell’estate scorsa, quando alla fine la società rossoblù scelse Francesco Moriero, mentre l’allenatore pesarese si accasò al Bassano. Due scelte poco felici, visto che Fedeli a novembre ha allontanato Moriero (salvo poi richiamarlo a fine stagione) e Magi è stato esonerato dal club della famiglia Rosso. Oggi, finalmente, Magi e la Samb si trovano a percorrere la stessa strada, insieme.

Commenti
Condividi questo post: