Serie D al via, Max Fanesi: «Campionato difficile. Candellori può consacrarsi»


Non è solo la Serie C ad aver accusato tanti problemi in questa lunghissima estate senza calcio, di riflesso pure la Serie D ha subito un netto ritardo. Anche per questo sono stati disposti 7 turni infrasettimanali per il girone F che accoglie tanti volti noti all’ambiente calcistico sambenedettese. I colleghi di Marcheingol.it hanno raccolto una lunga intervista a Max Fanesi, ex attaccante rossoblù, che ha dato il suo punto di vista sul prossimo campionato:


«Il Cesena credo sia un gradino sopra le altre, ma ci sono anche Recanatese, Vastese, Avezzano oltre a Pineto e Francavilla: sono tutte squadre competitive. Sono particolarmente curioso nel vedere la reale forza del Cesena, a parte la sconfitta in Coppa ma il calcio d’agosto inganna. Vediamo se hanno quella forza disarmante che può scavare il solco. Con più di 5.000 abbonati è una realtà da Serie B che non centra nulla con questa categoria. Penso alla Vastese che ha un organico di valore e un grande tecnico che conosco benissimo (Ottavio Palladini, ndr): in attacco possono puntare su Leonetti, Shiba, Napolano e Giampaolo; possono dire la loro. Ha costruito un buon organico il Giulianova con Nico Stallone in panchina, senza fronzoli di alta classifica ma per un campionato tranquillo. Occhio al Pineto che è solidissimo in ogni reparto e ha un tecnico esperto come Amaolo anche il Francavilla che, ha perso in Coppa, ma ha tanti elementi di spessore. Allenatori da tener d’occhio? Massimo Paci ha fatto benissimo l’anno scorso ed è chiamato a confermarsi, come penso che possa fare molto bene Mirko Cudini a Notaresco: sono giovani di grande prospettiva secondo me. Oltre a loro dico anche Rachini del Francavilla che proviene dall’Eccellenza abruzzese. Tra gli altri cito Ottavio Palladini perché in D ha il pedigree del vincente».

Chiude battezzando l’ex Samb Kevin Candellori:

«Si è messo in evidenza alla Samb, è un ’96 e può consacrarsi definitivamente. Ha qualità importanti».

Commenti
Condividi questo post: