Semplicemente dominatori: Reggiana-Samb, LE PAGELLE


ARIDITÀ 7

Se il suo primo tempo è da spettatore, nella ripresa assurge ad assoluto protagonista: si accartoccia a terra su Carlini, con qualche affanno neutralizza una battuta dalla distanza di Lombardo, di piede rintuzza da pochi passi su Altinier e si distende sulla staffilata di Riverola. Sempre portierone.

RAPISARDA 7

Si riprende la sua corsia destra, controllando gli affondi dei padroni di casa e ripartendo. Impegna Facchin nella circostanza del raddoppio, non va mai in sofferenza. Sicurezza.

CONSON 8

La colonna difensiva rossoblu sbroglia autoritariamente le situazioni ingarbugliate in area, proponendosi anche come battitore per i rilanci. Di testa, di piede, di petto le stoppa tutte. The Wall.

PATTI 7,5

Rapido in chiusura, gli scappa solo una volta Rosso nel primo tempo, che per sua fortuna spara alto. Accorcia bene le distanze tra retroguardia e centrocampo, compattando la squadra. Salva su Altinier a centro area, restando concentrato sino al termine. Tempestivo.

TOMI 7

Roccioso in fase difensiva, disimpegna anche appropriatamente, innescando spesso Esposito. Tampona con sicurezza le folate offensive granata. Arcigno.

GELONESE 7,5

Ordinato e intraprendente sulla linea mediana. Ribatte in modo vincente la respinta di Facchin su Troianiello, siglando la sua seconda rete in campionato. Ci riprova più tardi, ma la botta si infrange sui difensori. Si arrende ad inizio ripresa per acciacchi fisici. Profilo interessante.

BACINOVIC 8

Torna dal primo minuto in cabina di regia e parte con determinazione e precisione nelle geometrie. Dà il là al gol del vantaggio ed amministra sapientemente il possesso palla. Chirurgico nelle lunghe gittate. The man of match.

VALLOCCHIA 6,5

Faticando a trovare il ritmo, raramente gli riesce quel cambio di passo, che lascia sul posto gli avversari. Visto che non è proprio giornata brillante, si sacrifica in copertura. Umile.

TROIANIELLO 6

Ancora non ci siamo, anche se contro gli statici uomini di Menichini qualcosa di buono combina pure lui. Si fa murare da Facchin in occasione del gol di Gelonese, mentre nella ripresa spara alle stelle una propizia ripartenza. Assolutamente censurabile un rischioso retropassaggio nelle ultime battute. Deve crescere.

MIRACOLI 7

Cerca di destreggiarsi tra le maglie granata, ma al di là di qualche sportellata e sponda combina inizialmente poco. Almeno fino a quando non trova il tap-in del raddoppio (3 gol nelle sue cinque gare), crescendo in convinzione e difesa della palla. Efficiente.

ESPOSITO 7,5

Autentica spina nel fianco della trequarti e retroguardia emiliana. Folleggia da sinistra a destra, conquistando un’infinità di punizioni. In tanti in tribuna stampa non ci credevano che avesse finora giocato sempre tra i dilettanti. Nella prima frazione ha spaccato.

DI CECCO 5,5

Rimpiazza il claudicante Gelonese, facendosi subito ammonire. Buona volontà a parte, attualmente è ancora impacciato.

VALENTE 6,5

Subentrato ad Esposito, è autore di buone ripartenze, ma sbaglia in un paio di occasioni il colpo del definitivo ko. Insidioso.

DAMONTE 6

Si piazza come frangiflutti di fronte alla difesa nel finale, stoppando i disperati traccianti emiliani.

Alessio Perotti

Condividi questo post: