Sanderra: «Forlì capace di fare grandi imprese, voglio il giusto impatto. Bacinovic non ancora al meglio»


L’allenatore rossoblù a poche ore dal match del Riviera: «I romagnoli vanno presi con le molle». Sull’impiego di Bacinovic: «Dobbiamo aspettare che recuperi la forma migliore»…

«Il Forlì è una squadra che gioca bene, attua un calcio veloce ed è capace di fare grandi imprese».

Così in conferenza stampa l'allenatore della Samb Stefano Sanderra, a 24 ore dal match del Riviera che vedrà di fronte i suoi ai romagnoli. Atteggiamento prudente quello del tecnico rossoblù nei confronti dei biancorossi:

«Vanno presi con le molle perché sarà una partita difficile, noi non dobbiamo sbagliare l’impatto fin dai primissimi minuti. Dal punto di vista di fisico posso dire che stiamo bene: i ragazzi hanno fatto una settimana di lavoro molto positiva».

Sulle scelte di formazione influiranno, tra le altre cose, le condizioni di un Rivivera delle Palme segnato dal maltempo degli ultimi giorni.

«Il campo sarà molto pesante e stiamo valutando l’impiego di qualche cambio proprio su questa base; Sorrentino, ad esempio, è un ottimo giocatore e sta migliorando, Abbiamo molte variabili in attacco e valuteremo domani quale sarà la soluzione migliore da adottare».

Sette punti in tre partite, ma Sanderra vuole passi in avanti gara dopo gara:

«Mi aspetto che la squadra riesca ad essere più compatta in campo, voglio una grande prova caratteriale. Serve una gestione della palla più accentuata».

Intanto i tifosi della Samb fremono per vedere all'opera Armin Bacinovic, fiore all'occhiello del mercato di riparazione diretto dalla famiglia Fedeli.

«Bacinovic deve ancora recuperare la miglior forma fisica. In avanti stiamo giocando con giocatori molto tecnici, magari a discapito della fisicità. Anche per Latorre c'è ancora da attendere, probabilmente un paio di settimane: in allenamento deve mettere grande impegno, sudando per la maglia da titolare».

Sulla possibilità di attuare turnover, facendo rifiatare elementi come Sabatino che hanno speso molto fino a questo momento, il tecnico laziale parla così:

«Sabatino sta bene e non vedo necessità di far riposare un giocatore in piena forma: rispetto a Lulli ha maggior esperienza, mentre Lulli è capace di mettere maggior intensità. Per il centrocampo c'è una lunga fila anche con gli stessi Vallocchia, che si sta proponendo molto bene, e anche Candellori».

Il mese di febbraio sarà contraddistinto da sfide altisonanti, contro squadre come Parma e Venezia. Così Sanderra:

«Ho sentito che domani dobbiamo vincere per forza perchè poi avremo due partite difficili, ma non vuol dire che non andremo a Parma o col Venezia non scenderemo in campo».

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: