Samb-Vicenza, LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO: rossoblù pericolosi, Vicenza ermetico


SAMB-VICENZA

Le formazioni

SAMB (3-4-1-2): Perina; Conson, Miceli, Di Pasquale; Mattia, Gelonese, Bacinovic, Tomi; Bellomo; Valente, Stanco. A disp. Pegorin, Di Massimo, Bove, Esposito, Demofonti, Candellori, Miracoli, Patti, Austoni, D’Intino, Haxhiu. All. Capuano.
VICENZA (4-3-1-2): Valentini; Tassi, Malomo, Crescenzi, Giraudo; Romizi, Milesi, Giorno; De Giorgio; Ferrari, Comi. A disp. Fortunato, Costa, Bianchi, Giacomelli, Magri, Ferchichi, Giusti, Bangu, Tardivo, Lucca. All. Zanini.
ARBITRO: Corella di Bari (Falco-Palermo di Bari).
ESPULSI:
AMMONITI: 20’pt Conson, 23’pt Comi
ANGOLI: 2-3.
RECUPERI: 1′.
NOTE: Campo molto appesantito, freddo e pioggia. Samb in campo con l’abituale divisa rossoblù, bianca con innesti rossi per il Vicenza.

La classifica non sorride al Vicenza che al Riviera arriva in cerca di una vittoria. Non sta a guardare la Samb che vuole subito superare il pari di Fano e lanciarsi verso il forcing finale del campionato alla conquista della miglior posizione in chiave playoff. I padroni di casa confezionano tre azioni nell’arco dei primi venticinque minuti. Già dopo un quarto d’ora Stanco e Bellomo imbastiscono una buona combinazione sul vertice mancino dell’area coinvolgendo poi Mattia, sulla fascia opposta. Il tiro dell’ex Lazio è inguardabile, ma l’idea è da apprezzare. Così come lo spunto di Valente, che stavolta fa correre Stanco lanciandolo in area. Valentini in uscita anticipa l’ariete rossoblù. Poco prima della mezz’ora, al 27’ per la precisione, Bacinovic batte rapidamente un piazzato dalla trequarti innescando Valente. L’esterno arriva a fondo campo, rientra sul mancino smarcando Romizi e crossa. La sfera è calibrata per la testa di Conson la cui conclusione non impensierisce l’estremo ospite. Al 33’ il Vicenza, dopo qualche timido tentativo, si fa vedere dalle parti di Perina. Sugli sviluppi di un corner Tassi penetra dal vertice dell’area e prova una conclusione mancina al volo che si spegne di poco sul fondo. L’indice di pericolosità pende dalla parte della Samb nella prima frazione, ma si va negli spogliatoi sullo 0-0.

Condividi questo post: