Samb-Modena 0-2 | Spagnoli e Muroni fanno cadere la Samb al Riviera. LA CRONACA



SAMB-MODENA 0-2

di Domenico Del Zompo

MARCATORI: 25’st Spagnoli, 37’st Muroni

SAMB (4-3-2-1): Nobile; Lavilla (30’st Scrugli), D’Ambrosio, Di Pasquale, Liporace; Shaka Mawuli, Angiulli, Masini (20’st Malotti); Botta, Bacio Terracino (40’pt Nocciolini); Maxi Lopez (30’st Lescano). A disp. Laborda, Biondi, Occhiato, D’Angelo, Serafino, De Goicoechea, De Ciancio. All. Montero.

MODENA (4-3-1-2): Gagno; Bearzotti, Ingegneri, Zaro, Varutti; Prezioso (17’st Laurenti), Gerli, Castiglia (8’st Davì); Sodinha (8’st Muroni); Spagnoli (37’st Milesi), Scappini (17’st Monachello). A disp. Narciso, Chiossi, Mignanelli, Pergreffi, Stefanelli, Abiuso. All. Mignani.

ARBITRO: Caldera di Como (Garzelli-Santi, Ancora).

AMMONITI: 25’pt Liporace, 42’pt Gerli, 43’pt D’Ambrosio, 35’st Varutti, 44’st Shaka Mawuli.

ANGOLI: 3-5.

RECUPERI: 2’-4’.

NOTE: Cielo sereno, clima gradevole. Terreno di gioco (misto sintetico/naturale) in perfette condizioni. Completo blu con innesti rossi per la Samb, divisa bianca per il Modena. Spettatori: paganti 833, incasso di 16.546 euro.

Poca Samb, presente per una parte del primo tempo, una manciata di conclusioni poi il nulla. Spagnoli e Muroni regalano tre punti al Modena in una gara dove la formazione ospite non ha dimostrato grandissima presenza in campo, ma un degno cinismo.

Come annunciato alla vigilia cambia qualcosa mister Montero nell’undici titolare, sostanziali sono i cambi rispetto alle ultime uscite. Dietro confermati D’Ambrosio e Di Pasquale, ma sugli esterni ci sono Lavilla e Liporace. Masini in mediana e Bacio Terracino a completare il tridente con Lopez e Botta. Mignini ricorre all’evergreen Sodinha dietro alla coppia Spagnoli-Scappini. Quest’ultimo vecchia conoscenza dei rossoblù dopo il gol, con la maglia della Reggiana, contestatissimo e realizzato all’estremo Fusco al Mapei Stadium. Pronti via subito il Modena prova a mettere la testa fuori e farsi vedere dalle parti di Nobile, con le intuizioni del solito Sodinha. La Samb reagisce prontamente prima con Bacio Terracino, ben imbeccato dopo il quarto d’ora da Masini, che prova il lob in corsa contro Gagno con la palla che si alza sopra la traversa. Ancora un tentativo dei padroni di casa stavolta con Angiulli che prova la volee mancina su assist di Botta. Al 23’ Scappini va a concludere una buona azione corale con Nobile che non si fa sorprendere. L’ultima azione di rilievo del primo tempo porta la firma di Lavilla che con un lungo traversone complica la vita a Gagno salvato dal palo dopo aver visto la palla scivolargli via dai guantoni. Il gioco della Samb tuttavia non soddisfa gli spettatori che rumoreggiano in tribuna. Subentrato a cinque minuti dall’intervallo Nocciolini approfitta della sosta per effettuare il riscaldamento. La presenza del numero 9 varia l’assetto offensivo con l’intero comparto che si sposta più a ridosso della linea difensiva cercando di concedere maggiori spazi agli inserimenti dei centrocampisti. Fatica però la Samb, troppo, in una flessione di gioco preoccupante rispetto alle ultime gare. Tanto che il Modena, alla prima azione della ripresa, passa in vantaggio. Maxi Lopez si fa anticipare da Ingegneri, palla per Bearzotti che mette dentro: Monachello riceve, viene fermato da Di Pasquale, ma Spagnoli è lì e punisce Nobile. Samb assente nella ripresa: i rossoblù non riescono a reagire e i circa mille del Riviera circondano Lopez e compagni di un assordante silenzio. In questo il Modena fa un po’ come vuole trovando anche il raddoppio in chiusura con Muroni, per la cronaca pure una bella marcatura per il classe ‘96 con un bel fendente dalla distanza. Non ce n’è più, in ogni senso. Quella sconfitta dal Modena è la peggior Samb di questa stagione: leggera, assente, distratta che prova ad affidarsi ai suoi singoli con Angiulli che più di tutti prova a tenere il timone, ma predicando purtroppo nel deserto. E la gara di domenica contro il Sudtirol, al Druso, ora fa un po’ più paura.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Condividi questo post: