Samb-Legnago, LE PAGELLE | Male Lavilla, Masini gol e personalità



SAMB-LEGNAGO 1-1, LA CRONACA

ZIRONELLI: «SIAMO SULLA STRADA GIUSTA»

NOBILE                             6,5

A pochi secondi dal calcio d’inizio è bravissimo a rispondere ad un diagonale di Rolfini. Dopo il bel rigore calciato da Luppi viene chiamato in causa solo per le uscite, rese comunque pericolose dal terreno bagnato e velocissimo del Riviera.

CRISTINI                           5

Tanto abile Rolfini nel cercare il contatto quanto ingenuo lui a dargli l’opportunità di ricavare un calcio di rigore da un innocuo fallo laterale. Un passaggio a vuoto pesante per lui che era stato tra i giocatori più performanti della difesa.

D’AMBROSIO                  6,5

È il perno della difesa a tre disposta da Zironelli. Dirige il reparto in maniera diligente, giocando spesso d’anticipo sugli attaccanti avversari e rendendosi pericoloso in area veneta sulle palle inattive.

DI PASQUALE                  6,5

Prestazione più che sufficiente per il centrale di sinistra, spesso protagonista nella fase iniziale della costruzione della trama di gioco. Sempre sicuro anche negli interventi.

LAVILLA                            5

Con la Samb costantemente protesa in avanti vengono a galla i suoi limiti tecnici. Non a caso nel secondo tempo si gioca quasi esclusivamente sulla fascia sinistra. Clamoroso l’errore che commette prima di essere sostituito, calciando a lato da due passi dalla porta (sguarnita).

SHAKA MAWULI             6,5

Nel primo tempo getta ripetutamente tra prime le due linee avversarie, arrivando quasi a ricoprire il ruolo attaccante aggiunto come avvenuto a Ravenna. Al 15’, con un tiro deviato da un difensore biancoblu, colpisce anche il palo.

ANGIULLI                         6,5

A lui e Botta è affidato il compito di aggiungere qualità alle giocate. Il metronomo smista bene sulla mediana assicurando un giropalla fluido e rapido, che però non trova sempre gli sbocchi migliori in area di rigore.

D’ANGELO                       6

Dopo un inizio sottotono è più pimpante nella ripresa quando alza il suo raggio d’azione, compito che invece è spettato più a Shaka nei primi 45’. Vicino a Maxi Lopez sfiora la marcatura in due circostanze: in una di queste il suo tiro viene respinto con il gomito, ma l’arbitro lascia giocare.

MALOTTI                          6,5

Si attacca sempre dalla sua parte, soprattutto in un secondo tempo giocato all’arma bianca. Forse proprio perché è stato chiamato in causa fin troppo spesso nelle giocate (cross e tiri) gli è mancata la precisione. L’apporto comunque c’è stato.

BOTTA                              6

Svaria molto per liberarsi dalle marcature e ricevere il pallone, anche se questo comporta spesso l’isolamento di Maxi Lopez in attacco. Alterna giocate velenose ad altre poco riuscite, ma alla fine è lui a firmare l’assist per Masini.

MAXI LOPEZ                    6

Non ha un gran rapporto col signor Garofalo, che non gliene fischia una a favore. Nel secondo tempo, essendo meno isolato, è molto più pericoloso e in più di un’occasione arma i compagni per la conclusione.

NOCCIOLINI                    6

Forse un po’ tardivo il suo ingresso in campo a metà ripresa, visto che la Samb già da tempo premeva. Calcia una bella punizione su cui il portiere del Legnago si supera, anche se la sua respinta sembra un caso da goal line technology.

MASINI                             7,5

A differenza di Lavilla prova subito ad essere nel vivo del gioco. Anziché sfuggire al pallone in un momento psicologicamente delicato lui si getta negli spazi ed è così (e con una bella elevazione) che arriva il gol dell’1-1. Una marcatura pesantissima, la sua prima in campionato.

LESCANO                          6

Entra quando mancano solo una decina di minuti, ma contribuisce comunque a mettere alle corde la difesa biancoblu.

ENRICI                              S.V.

Sostituisce Di Pasquale nei minuti finali che vedono il Legnago praticamente assente nella metà campo avversaria.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Condividi questo post: