Samb, è ora di spezzare il digiuno: la vittoria manca da quasi 2 mesi


Sabato pomeriggio, alle ore 18:30, Samb e Santarcangelo si affronteranno al Valentino Mazzola. Una gara importante per entrambe le compagini considerando il non positivo momento di forma. Ma le ambizioni sono diverse. Se i padroni di casa vogliono, innanzitutto tirarsi fuori dalla melma delle ultime posizioni per poi iniziare a sognare un posto nella griglia playoff, la Samb deve riprendere la corsa verso il primo posto della poule promozione, quella seconda posizione che consentirebbe, fino alle Final Four di Pescara, di giocare sempre al Riviera delle Palme.

I rossoblù soffrono uno scarso ammontare di risultati. Basti considerare che l’ultima vittoria risale al 3-0 rifilato alla Fermana il 29 dicembre. Sembra un’eternità, ma in realtà sono trascorse cinque partite. Cinque partite in cui è successo un po’ di tutto e si è passati dal sogno aggancio al Padova al dover annaspare tra le avversarie in risalita dopo le difficiltà iniziali. La sconfitta che ha inaugurato il 2018 a Salò fa coppia con quella casalinga col Mestre che ha provocato la reazione della società fino a portare i rossoblù in ritiro. Un altro problema di non minor conto è l’assenza del gol. Una vera e propria carenza che si prolunga da 180 minuti: le due gare casalinghe con Reggiana e Mestre. Può ben poco Luca Miracoli che già incide nel totale dei gol segnati dalla Samb per un buon 34 percento. Manca l’apporto dei colleghi di reparto e si resta in attesa della miglior forma di Francesco Stanco.

Anche su questo i rossoblù stanno lavorando in quel di Cascia dove intanto, una spolverata di neve va rinfrescando i pensieri dei ragazzi di Capuano che avranno (oltre a ritrovare gol e vittoria) una motivazione in più per vincere: quella di tornare a San Benedetto dove, nonostante il clima resti umido e piovoso, c’è decisamente meno rigidità rispetto ai monti umbri.

Condividi questo post: