Samb e Fano a riposo, Menegatti: «Contro il Modena avremmo voluto giocare»


Il prossimo avversario della Samb sarà il Fano. L’incontro con i granata di mister Cuttone mette la parola fine ad un mese di ottobre decisamente atipico, ma sostanzialmente positivo per i rossoblù. Peculiarità di questo scontro, al Riviera delle Palme, è che entrambe le squadre arrivano da un turno di riposo. I padroni di casa, da calendario, sono rimasti a guardare gli incroci d’alta classifica (QUI gli approfondimenti). Il Fano, invischiato nella lotta salvezza, è stato spettatore interessato delle gare di Gubbio (sconfitto 2 a 1 dalla FeralpiSalò), Ravenna (sconfitto 1 a 0 dall’AlbinoLeffe) e Santarcangelo (2 a 2 con il Teramo). La partita contro il Modena, con i giocatori gialloblù in sciopero, poteva voler dire tre punti (abbastanza) facili. Il match è stato rinviato dalla Lega perché in campo sarebbero stati schierati i ragazzi della formazione Berretti. Squadra che attualmente occupa il secondo posto del proprio campionato, ironie del calcio. A parlare della situazione di casa granata e del rinvio del match è il D. S. Massimiliano Menegatti, tramite il sito ufficiale:
«E’ una decisone che accettiamo e crediamo che sia stata presa nell’interesse di tutti ma allo stesso tempo crea una situazione nuova nel calcio professionistico e questo precedente farà storia ogni qualvolta ricapiterà una circostanza del genere. Sinceramente non mi aspettavo una decisione di questo tipo. Questa settimana i ragazzi sono rimasti sempre concentrati in vista di un match importante come quello contro il Modena e quindi ci tenevamo a giocare. A livello di calendario è logico che questa situazione ci penalizza in quanto l’eventuale recupero sarà durante la settimana fra due gare di domenica. Teniamo anche in considerazione il nostro pubblico, che di mercoledì sarà inferiore in quanto non potrà essere presente in massa a sostenere la squadra con una conseguente perdita anche di incassi».

Redazione

Condividi questo post: