Sacrificio e duttilità, ecco Di Pasquale: «Che emozione vestire questi colori»


Tra l’esperienza con il Campobasso e il futuro, passando per la sfida con il Mantova e la duttilità tattica, requisito fondamentale nella Samb di Ottavio Palladini…

Davide di Pasquale è un difensore centrale ma la regola degli under in Serie D lo ha "costretto" anche a giocare da terzino sinistro. Lui non se ne fa un cruccio, anzi, lo trasforma in un punto di forza: «Sono a disposizione di mister Palladini».

Di Pasquale ha fatto il suo esordio in rossoblù a Macerata, gara sostanzialmente positiva, dove ha avuto un assaggio di quello che è il dodicesimo uomo in campo, la Cioffi:

«È un’emozione grandissima indossare questi colori. Sabato ero molto emozionato perché sugli spalti ho visto tanti tifosi. Sono orgoglioso di far parte di questo gruppo meraviglioso e spero di riuscire a dare il mio contributo».

Duttilità e sacrificio:

«Ho sempre giocato da difensore centrale, ma lo scorso anno ho disputato una ventina di gare da terzino, a sinistra, con Favo e sono riuscito ad adattarmi bene. Sono a disposizione dell’allenatore e spero di giocare più partite possibili».

L’avversario di sabato è tosto e si presenterà a San Benedetto col coltello tra i denti:

«Il Mantova è una squadra organizzata e ben allenata, sarà una gara difficile, ma ce la metteremo tutta. C’è Tripoli sull’esterno che è dotato di grande tecnica e velocità ed è il pericolo maggiore».

Non mancherà il supporto dei tifosi sambenedettesi:

«Già lo scorso, quando sono venuto con il Campobasso, c’erano 3-4mila persone, è stato bellissimo giocare in questo stadio».

Una difesa, in parte da rivedere all’esordio, ma una buona Samb nel contesto generale:

«Dobbiamo lavorare sempre come stiamo facendo da due mesi a questa parte, se riuscissimo a continuare sempre così qualche soddisfazione ce la potremo togliere. Siamo una squadra nuova e inizialmente abbiamo avuto qualche debolezza, ma con il passare delle gare ci rafforzeremo e daremo filo da torcere ai nostri avversari».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: