Rossoblù contro bianconeri: la sfida infinita tra Samb e Viareggio e una vittoria che sa di vendetta


I bianconeri, ai vertici da anni, sono reduci dalla partecipazione all’Euro Winners Cup, vinta dal SC Braga di Bruno Novo. Come usanza si ripropone il “clasico” tra i due team che si ritroveranno da avversari anche a San Benedetto…

Ci sono voluti quattro anni. Finalmente la Coppa Italia è tornata a San Benedetto del Tronto. In un contesto sempre più coinvolgente ed in continua crescita come quello del beach soccer la Samb è riuscita, domenica pomeriggio, a conquistare il titolo battendo in finale i rivali del Viareggio.

Un “clasico” tra le due squadre che si sono affrontate anche lo scorso anno sia in Coppa (7-6) che in campionato (4-3 per il Viareggio). Questo crea un fil rouge con la finale del 2016, disputata il 4 giugno a Catania, dove la resa dei rossoblù fu imposta da uno straordinario Gori, attaccante della nazionale italiana di beach soccer.

UN ANNO FA –  In campo c’erano Bruno Novo e Addarii, Felice Pastore, Camilli, Franco Palma e Lucas, tra gli altri. La Samb mette alle corde i neo campioni d’Europa e chiude il primo tempo sul 3 a 2 grazie ad una doppietta del capitano Bruno Novo e la rete di Lucas. Nella ripresa va a segno anche Addarii, ma si sveglia Gori, il predatore, che ne fa due e manda in ghiaccio il secondo tempo col parziale di 3 a 2 per il Viareggio. Lucas e l’attaccante italiano colpiscono anche nel terzo tempo e la sfida si conclude sul 6 a 6. Per la Samb è fatale l’extra-time dove è BumBum Gori a battere Comello per il definitivo 7 a 6 che consegna la Coppa ai bianconeri.

OGGI – I ruoli si invertono. Il Viareggio ha più minuti nelle gambe per aver partecipato all’Euro Winners Cup mentre la Samb è ancora in fase di rodaggio. In campo ci sono sempre Bruno Novo, Addarii, Felice Pastore, Camilli, Franco Palma insieme ai nuovi portieri Del Mestre (ex Milano ed estremo della nazionale italiana) e Chiodi. Non c’è Perez, fuori per scelta tecnica avendo ogni squadra la possibilità di schierare, contemporaneamente, solo tre stranieri in campo. Al suo posto c’è Lucas che si riprende, con gli interessi, tutto quello che la sfortuna gli ha tolto un anno fa. Al contrario della finale 2016 è il Viareggio ad avere il controllo del match. La Samb ha il merito di non mollare neanche per un istante e dopo un secondo tempo non facile eccola pronta a mettere sotto gli avversari. Al fischio finale è delirio in campo, la Samb torna a gioire per il titolo a quattro anni dall’ultima volta riportando a San Benedetto la Coppa. La prossima disputa tra Viareggio e Samb si giocherà nella cornice della Beach Arena di San Benedetto del Tronto, oggetto del contendere, stavolta, la Supercoppa di Lega.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: