Roselli: «Un piacere allenare a San Benedetto, ma non potevo fare di più»



Non solo Magi-Galderisi [LEGGI QUI]. L’incrocio al Riviera delle Palme rappresenta anche uno degli incroci vicini al più recente passato tecnico rossoblù. Mister Giorgio Roselli, infatti, ha guidato entrambe le compagini in carriera. Come riporta Gubbiofans.it positivi sono i ricordi dell’allenatore umbro che poi apre un interessante focus sull’ultimo periodo all’ombra del Riviera:


«Una bella esperienza, uno dei periodi migliori della mia carriera. Sono stato benissimo, trattato pure benissimo. Non è assolutamente difficile allenare a San Benedetto perchè la tifoseria tifa sempre e di continuo per la squadra fino al 95esimo. Non ho trovato tifosi con la puzza sotto il naso. É stato un piacere allenare lì. L’unico neo: deve scattare di più l’alchimia e la complicità tra società e tifosi. E il patron Fedeli? Con lui non ho avuto mai nessun tipo di problema, tranne il finale della mia esperienza. Venivano chieste delle cose che per me non erano possibili: c’è stato quasi un auto-esonero. Ho detto al presidente che più di questo non potevo fare. Cioè fare guadagnare ai ragazzi nove posizioni in più in classifica in poco più di un girone. Gli ho detto solo: non sono capace di fare di più».

Commenti
Condividi questo post: