Real Cento, la sconfitta più amara


REAL CENTOBUCHI – COMUNANZA 0 – 1

 

MARCATORE: 38'st Aleandri.

 

LE FORMAZIONI

 

REAL CENTOBUCHI: Marinelli, Travaglini (1’st Borraccini Fabio), Angelini (18’st Coccia), Mozzoni, Pelliccioni, Traini, Fazzi, Corsi, Pica, Spina (25’st Straccia), Leoni. Allenatore: Giuseppe De Amicis.

COMUNANZA: Funari, Tassi, Monaldi, Cardinali (34’st Alendri), Procaccini Alessio, Procaccini Nevio (14’st Tiburzi), Testa, Galloppa Paolo, d’Anselmo, Catalani Giuliano, Luzi (29’st Uliassi). Allenatore: Lucio Pupi.

 

ARBITRO: Casola di Ascoli Piceno.

Il Comunanza passa 1 – 0 grazie al gol di Aleandri nel finale e si laurea campione del girone H con una giornata di anticipo. Volitiva, bella, ma sfortunata la squadra di De Amicis, che a novanta minuti dalla fine del campionato si ritrova tagliata fuori dal lotto dei play off…

Ci vogliono 83’ al Comunanza per aver ragione di un Real Centobuchi mai domo e che proprio nell’ultima giornata casalinga perde il primato come unica squadra del girone ancora imbattuta in casa. Tanta rabbia in casa biancoceleste per l'unica sconfitta interna, immeritata per la mole di gioco sviluppata e sfortunata per come è arrivata, in una gara giocata per ben 75’ in inferiorità numerica. Il Comunanza vince la gara grazie ad un gol di Aleandri, da poco subentrato a Cardinali, lesto ad approfittare di un malinteso fra Marinelli e Straccia e che gli vale anche la vittoria del campionato.

CENTOBUCHI – Al Nicolai di Centobuchi c’è il pubblico delle grandi occasioni. In palio per il Real Centobuchi la conferma nella griglia play-off, per il Comunanza la vittoria del campionato. La partita è combattuta e molto sentita da ambedue le squadre fin dalle prime battute. In campo tanto nervosismo aggravato da un arbitraggio a nostro modesto parere apparso di scarsa personalità. Pochissime le vere occasioni da rete, come spesso succede in queste gare, al 14’ del primo tempo potrebbe passare in vantaggio il Real, la difesa del Comunanza ritiene in posizione di fuorigioco Pica, l’arbitro dice di proseguire ma l’attaccante manca la mira. Su capovolgimento di fronte Pelliccioni, per rimediare ad un errore di Mozzoni, è costretto a commettere fallo come ultimo uomo su Catalani Giuliano all’altezza della lunetta e ha lascia il campo dopo appena 15’ di gioco. La punizione battuta da D’Anselmo finisce alta sulla traversa. Al 32’ gli ospiti reclamano un fallo di mano in area di Traini ma l’arbitro lascia proseguire perché il difensore ha le braccia attaccate al corpo. La gara prosegue con un elevato ritmo di gioco ma anche alquanto frammentato dalle continue interruzioni per falli da ambedue le parti, il Real, nonostante l’inferiorità numerica, non concede niente all’avversario e punta sulle ripartenze delle fasce laterali per mettere in difficoltà gli ospiti. Mister De Amicis capisce che la gara è in bilico è prova a rinforzare l’attacco fin dall’inizio del secondo tempo sostituendo Travaglini con Boraccini, la squadra acquista più incisività e costringe l’avversario nella propria metà campo. Gli effetti si vedono subito, al 50’ Spina batte una punizione dai 25 metri che Funari con un colpo di reni devia sopra la traversa, dopo quattro minuti sempre Spina incrocia bene e colpisce il palo alla destra di Funari, sulla palla si avventa Borraccini ma un difensore è lesto ad allontanare. La svolta della gara arriva al 23’ a seguito di un rigore decretato dal signor Casola per un fallo in area di Pica inesistente tanto da prendere di sorpresa gli stessi giocatori e dirigenti del Comunanza. Il tiro battuto da D’Anselmo si stampa sulla traversa lasciando ancora il risultato sullo 0 a 0, ma nella circostanza ne fa le spese Traini espulso per proteste lasciando la sua squadra in nove. Dopo quattro minuti terzo espulso, questa volta nelle file del Comunanza, deve lasciare il campo D’Anselmo per fallaccio su Angelini. Si arriva all’83’, proprio quando il locali stavano dominando la partita, su un retro passaggio arriva il vantaggio del Comunanza. Incertezza fra Marinelli e Straccia sulla palla che arriva in area, Aleandri si inserisce e di piatto destro e mette in rete. Manca un minuto al termine del tempo regolamentare e sui piedi di Pica si presenta l’occasione per portare in parità il risultato, l’attaccante arriva stanco al tiro ravvicinato che finisce addosso al portiere.

G. Stasolla

Condividi questo post: