Quattro gol e la Samb fa tredici: a Pesaro è 4 – 1


VIS PESARO – SAMB 1 – 4

MARCATORI: 2'pt Titone, 17'pt Barone (rigore), 26'st Pezzotti, 33'st Bugaro, 36'st Bonvissuto.

 

LE FORMAZIONI

VIS PESARO (4-4-2): Celato; Dominici (10'st Ridolfi), Tombari, Labriola, Floris ('96); Fabbri ('95), Dadi ('97), Forò, Canini (32'st Filippucci); Bugaro [43'st Iovannisci ('96)], Evacuo. A disposizione: Corina, Gnaldi, Vagnini, Rivi, Brighi, Rocco. Allenatore: Simone Pazzaglia.

SAMB (4-2-3-1): Cosimi ('96); Tagliaferri ('97) [18'st Flavioni ('97)], Salvatori, Lomasto (37'st Casavecchia), Montesi ('96); Barone, Trofo ('95); Titone [40'st Gori ('96)], Sabatino, Pezzotti (c); Bonvissuto. A disposizione: Pegorin, Conson, Mattia, Prandelli, Perna, Sorrentino. Allenatore: Loris Beoni.

ARBITRO: Marini di Trieste (Di Giacinto-Lustri).

AMMONITI: 17'pt Tombari, 3'st Dadi, 17'st Lomasto, 20'st Salvatori, 23'st Tagliaferri.

ANGOLI: 5 – 5.

RECUPERI: 0' – 3'.

NOTE: Cielo poco nuvoloso a Pesaro, temperatura di 18°C circa. Terreno di gioco in discrete condizioni, allentato in alcune zone. Vis Pesaro in maglia biancorossa, pantaloncini e calzettoni bianchi; Samb in maglia rossoblù, pantaloncini e calzettoni blu. Presenti circa 1000 tifosi, di cui 500 provenienti da San Benendetto

I rossoblù di Beoni si confermano in vetta alla classifica grazie al poker rifilato alla Vis: dopo 17′ la Samb è già sul 2 – 0 grazie a Titone e Barone (rigore). Nella ripresa a segno Pezzotti e Bonvissuto…

Altri quattro gol, altri tre punti, altra vittoria. La Samb prosegue la sua marcia e batte a domicilio la Vis Pesaro, rafforzando la leadership in campionato e raggiungendo quota 13 punti. Contro i vissini Beoni apporta poche modifiche al solito 4-2-3-1: in difesa si rivedono Tagliaferri e Flavioni, davanti spazio a Bonvissuto. La Samb sa che con la Vis non sono ammessi passi falsi e proprio per questo spinge sull'acceleratore fin dall'inizio. Sono trascorsi ottanta secondi dal fischio dell'arbitro Marini, quando Pezzotti viene imbeccato sulla sinistra da Bonvissuto: il capitano sceglie la soluzione di potenza, Celato alza in calcio d'angolo di pugno. Proprio sugli sviluppi del corner battuto da Barone nasce il gol del vantaggio: Pezzotti intercetta il rilancio della difesa vissina e rimette in mezzo, Salvatori fa da sponda di testa e Titone conclude al volo di sinistro, battendo il portiere sul suo palo. Non sono ancora trascorsi tre minuti, la Samb è già in vantaggio. I cinquecento “malati” giunti a Pesaro possono esultare, ma siamo soltanto all'inizio. Nonostante i timidi sforzi dei biancorossi, infatti, la Samb sfiora il raddoppio dopo pochissimi minuti. All'11' Bonvissuto riceve in area, torna sul mancino liberandosi del suo marcatore ma spara sopra la traversa: rimandato di un'oretta l'appuntamento con il primo gol stagionale. Per il 2 – 0, comunque, non bisogna aspettare molto: da un pallone recuperato sulla destra nasce un azione in contropiede che il buon José Altafini potrebbe tranquillamente inserire nel suo manuale del calcio. Titone parte quasi dalla linea laterale e si accentra, arrivando sui venti metri, riceve Sabatino che di prima serve l'accorrente Pezzotti sulla sinistra; sulla conclusione respinta dal portiere si avventa Titone, atterrato da Tombari: rigore ed ammonizione. Dal dischetto si presenta Barone, che spiazza il portiere. I rossoblù tengono bene il campo e dimostrano la loro superiorità ogni volta che superano la mediana. La Vis, però, non ci sta e cerca perlomeno di riaprire la partita prima dell'intervallo. I pericoli maggiori nascono dalle corsie laterali, ma gli attaccanti di casa vengono arginati a dovere dalla coppia Salvatori-Lomasto. Si va al riposo con la Samb in vantaggio di due reti. La prima sostituzione della gara arriva al 10' della ripresa: nella Vis entra il figoliol prodigo Ridolfi per Dominici, poco dopo per la Samb staffetta Montesi-Flavioni. Il canovaccio della gara, comunque, resta lo stesso della prima frazione: la squadra di Beoni amministra, doma senza troppi problemi gli attacchi dei pesaresi e quando vuole punge in contropiede. Titone sciupa un paio di occasioni peccando di presunzione, ma al 26' arriva comunque il 3 – 0. Ennesima azione personale di Titone: l'esterno penetra in area dalla destra, rientra sul mancino e calcia in porta: sulla respinta del portiere si avventa Pezzotti che insacca. Nel finale c'è spazio per un'altra dimostrazione di come la personalità della Samb, di questa Samb, sia vincente. Al 33', infatti, la Vis trova con Bugaro il classico gol della bandiera, ma gli ospiti ribadiscono subito la loro superiorità con il gol del 4 – 1: a segnarlo è Bonvissuto, che prima si fa respingere una conclusione di testa e poi insacca con il destro. Finisce così, con i rossoblù che vincono 4 – 1, centrano la quarta vittoria consecutiva ed allungano in classifica. La Samb fa tredici, ma non è affatto fortuna. E ora sotto a chi tocca.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: