Poche emozioni a Bassano: 0-0 dopo il primo tempo. LA CRONACA


BASSANO-SAMB 0-0

LE FORMAZIONI
BASSANO (4-3-2-1): Grandi; Andreoni, Pasini, Bizzotto, Karkalis; Bianchi, Botta, Proia; Venitucci, Minesso; Diop. A disp. Costa, Piras, Barison, Fabbro, Gashi, Salvi, Bonetto, Tronco, Stevanin, Zarpellon, Zonta, Romagna. All. Colella.
SAMB (3-4-3): Perina; Conson, Miceli, Patti; Rapisarda, Gelonese, Marchi, Tomi; Bellomo, Stanco, Valente. A disp. Aridità, Ceka, Mattia, Di Massimo, Esposito, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Bacinovic, Miracoli. All. Capuano.
ARBITRO: D’Apice di Arezzo (Zanardi-Laudato).
AMMONITI: 4’pt Stanco
ANGOLI: 3-1.
RECUPERI: 1’-0’.
NOTE: Giornata tipicamente primaverile, 19° gradi. Terreno di gioco in buone condizioni. Bassano in completo giallorosso, pantaloncini neri; Samb in divisa grigia con innesti rossoblù.

il discorso primo posto è roba che riguarda solo il Padova, ma la squadra di Bisoli, a Trieste, è vittima di un brutto stop. Chiuso l’inciso sui risultati che più da vicino interessano la Samb, i rossoblù sanno di dover vincere a Bassano innanzitutto per tenere a distanza la Reggiana, ma in particolare per allontanare gli uomini di Colella. Però gli uomini di Ezio Capuano non iniziano benissimo. Nell’arco della prima mezz’ora sono i giallorossi a rendersi pericolosi dalle parti di Perina in tre nitide occasioni. Al 10’ Bianchi colpisce sugli sviluppi di un calcio d’angolo. i rossoblù si salvano anche quando Andreoni punta il fondo e crossa dentro dove il tiro al volo di Venitucci viene bloccato in due tempi da un reattivo Perina. L’ultimo rischio arriva poco prima della mezz’ora quando, sempre sugli sviluppi di un corner e con l’area gremita di uomini, Bizzotto e Proia si ritrovano ad ostacolarsi a ridosso degli ultimi cinque metri di campo. marchi, senza troppi fronzoli, spara via. In mezzo i rossoblù sono stati protagonisti di un sola azione degna di tale nome. Rapisarda da’ il la al capovolgimento incuneandosi nell’area avversaria e superando senza particolari fastidi Karkalis. La palla arriva in mezzo ma nessuno trova l’impatto col pallone e una Samb particolarmente sotto pressione chiude il primo tempo senza non aver mai tirato nello specchio della porta avversaria.

Commenti
Condividi questo post: