Poca inventiva, ma tanto sacrificio. Santarcangelo-Samb, LE PAGELLE


LA CRONACA DI SANTARCANGELO-SAMB

FEDELI: «UNA DELLE PEGGIORI PRESTAZIONI»

CONTINUA IL SILENZIO STAMPA DELLA SAMB

PERINA                             7

Plastico ed efficace l’intervento con cui si oppone al 20’ su un tiro molto potente e da distanza ravvicinata di Capellini. Sicuro in ogni fondamentale, prima partita senza subire gol fuori casa.

CONSON                           6,5

Quando il rapido Capellini agisce alle spalle di Rapisarda “the Wall” è bravo a stopparlo sempre, anche se con qualche difficoltà. Da rivedere solo quando ad inizio ripresa viene gabbato da un velo di Strkali per Spoljaric, ma c’è Rapisarda che salva.

MICELI                              6,5

Gioca una partita ad handicap, visto che nei primissimi minuti è costretto a ricorrere ad un entrataccia per fermare Strkali a centrocampo e viene subito ammonito. Da lì in poi, però, il suo rendimento cresce.

PATTI                                6,5

Dopo più di due mesi di assenza torna titolare e non fatica a ritrovare familiarità con la coppia Conson-Miceli. Partita ordinata, fino al momento della sostituzione con Di Pasquale. Gradito ritorno.

RAPISARDA                      7

Anche se non è l’uomo più avanzato sulla fascia destra sfreccia sempre a tutta velocità, riuscendo anche ad andare al tiro in più di una circostanza (nella ripresa gran botta dai 30 metri). Provvidenziale, poi, un suo intervento su Spoljaric.

GELONESE                        6,5

In mezzo al campo c’è un uomo in meno rispetto al solito assetto col 3-5-2, così a lui e Marchi spettano più responsabilità, soprattutto in fase di copertura. Il compito viene assolto più che dignitosamente dall’ex Ancona.

MARCHI                           6,5

Corre tanto e bene, recuperando molti palloni (anche sopra la metà campo) e non risparmiandosi quando c’è da alimentare l’azione d’attacco. Peccato solo per un’ammonizione veniale arrivata nella ripresa. Importante.

TOMI                                6

Il Santarcangelo attacca spesso sul lato opposto, anche per questo soffre poco in fase difensiva. Da un suo cross (per la verità non troppo preciso) scaturisce il penalty del vantaggio.

ESPOSITO                         6,5

Il rigore trasformato alla perfezione gli permette di trovare il secondo gol con la maglia della Samb. Gol che, paradossalmente, arriva in una partita che lo vede protagonista di giocate poco incisive e non sempre riuscite. Ma alla fine contano i numeri: per stavolta può bastare così.

STANCO                            6

Alla prima da titolare finisce spesso in fuorigioco, ma dà comunque l’impressione di poter essere pericoloso. Dopo aver procurato il rigore dell’1-0 prova ad imbrogliare tutti con un colpo di mano su un tiro di Rapisarda respinto dal portiere.

VALENTE                          6,5

Capuano sdogana il 3-4-3 e così il numero 19 ritrova finalmente spazio tra i titolari. La sua voglia è testimoniata dai tanti break sulla sinistra, anche se è poco preciso quando nella ripresa calcia sopra la traversa il pallone del raddoppio su un cross di Marchi.

MIRACOLI                        6,5

Per la prima volta Stanco gli viene preferito e lui, appena entrato in campo, è un indiavolato: corre per quattro pressando i difensori avversari e gestendo sempre bene il pallone. Vicino al gol al 40’, ma il suo sinistro è neutralizzato dal portiere.

BACINOVIC                      6

Esordisce con l’ormai tradizionale pallone perso ingenuamente, ma poi dà il suo apporto in mediana.

DI PASQUALE                  S.V.

“Restituisce” a Patti il posto di centrale sinistro, almeno fino al momento della sostituzione. Pochi fronzoli e nessun errore nei minuti che precedono il triplice fischio di Ayroldi.

CANDELLORI                    S.V.

Finalmente qualche minuto per il torello, che nel finale sostituisce uno stanco (e ci mancherebbe, visto quanto ha corso) Marchi.

Condividi questo post: