Pd’A, un attacco stellare per centrare i play off


La società sambenedettese è intervenuta in maniera ottima sul mercato, rafforzando i reparti più avanzati. Davanti oltre a Rosa e Bolzan ci si aspetta grandi cose dal giovane Cingolani…

DOVE C'ERA DA INTERVENIRE – Il Porto D’Ascoli ha posto ottime basi per vivere una stagione da protagonista. Il d.s. Fabio Straccia è stato capace di rafforzare la rosa, evitando, al contempo, la diaspora dei propri pezzi pregiati. Sono rimasti, infatti, gli esperti Viti, Angelini, Leopardi e Grossetti. Anche l’affidabilissima coppia di centrali difensivi, Ciotti-Sensi, è  la stessa della stagione scorsa, mentre a metà campo e in attacco tra le poche conferme spiccano quelle di Biancucci e Candellori. Se c’era da intervenire, infatti, lo si doveva fare a centrocampo e in attacco (solo 28 i gol siglati dai biancocelesti nella stagione scorsa).

ARRIVI ECCELLENTI – Straccia non s’è fatto pregare: Nepa e Tedeschi sono andati a rafforzare la mediana, mentre l’attacco è stato arricchito dalle reti di Bolzan, Rosa e Cingolani, rispettivamente 6, 16 e 19 gol nel 2014/2015. L’argentino Bolzan è il più esperto del reparto coi suoi 34 anni, seguito dal classe ’84 Alessio Rosa, reduce da un’ottima stagione col Martinsicuro. Cingolani, invece, ha appena 21 anni, due in più di Candellori, ma ha fatto sfracelli l’anno scorso in Promozione con la maglia del Porto Sant’Elpidio. Insomma, l’attacco biancoceleste ha siglato 46 reti nella stagione 2014/2015 (nel conto ci sono anche le 5 di Candellori) e Filippini si augura che i quattro siano in grado di ripetersi quest’anno.

FILIPPINI FIDUCIOSO – Le premesse, per ora, sono al livello delle attese: col Grottammare, in coppa, una doppietta di Cingolani e un gol di Rosa hanno regalato il passaggio del turno. “Sono contento per la vittoria – ha commentato Filippini – ma dobbiamo sempre tener presente che le partite d’agosto sono poco veritiere. Sabato, contro la Pergolese, si comincerà a far sul serio”. E dovremo attendere sabato, dunque, per sperare in un assaggio del Porto D’Ascoli-Versione 2015/2016. Il Porto D’Ascoli-Versione-playoff.

Redazione

Condividi questo post: