Pd’A ancora fermo al palo, Pergolizzi: «Dobbiamo avere pazienza»


L’allenatore del Porto d’Ascoli commenta il difficile inizio di stagione: «C’è tanta strada da percorrere. Non dobbiamo piangerci addosso, ma pensare soltanto a lavorare»…

Il Porto d'Ascoli è ancora a secco dopo due gare di campionato. Due sconfitte per 2-0 lo relegano in fondo alla classifica. Costante dell'inizio di torneo sono stati gli infortuni, le occasioni da gol mancate e anche qualche decisione arbitrale avversa come nell'ultima contro l'Urbania che ha fatto andare su tutte le furie più di un dirigente biancoceleste. Mister Rosario Pergolizzi non può essere contento soprattutto per come è maturata l'ultima sconfitta contro i durantini: “La mia squadra non meritava questa sconfitta, si è messa bene in campo e abbiamo avuto delle buone occasioni fino al loro rigore. Non posso rimproverare niente ai miei ragazzi, perché hanno giocato come avevo chiesto, ma diversi fattori ci hanno penalizzato. Noi non ci abbattiamo, sappiamo che il nostro percorso è lungo e dobbiamo crescere, non sono queste partite a buttarci giù, dobbiamo avere pazienza e vedrete che già il girone di andata dimostrerà il nostro valore. C'è rammarico per il risultato, perché questa era una partita dove si poteva far bene e farci portare a casa punti. Qualche occasione sprecata e qualche decisione affrettata o episodi non visti bene dell'arbitro hanno fatto sì che la vittoria andasse all'Urbania, ma questo non deve abbatterci completamente, anche perché io non sono una persona che cerca alibi e che vuole giustificare qualcuno, so solo che devo lavorare e che in questo periodo le cose non stanno andando molto bene. È solo la seconda partita di campionato, c'è tanta strada da percorrere, non dobbiamo perdere tempo a piangerci addosso, ma dobbiamo pensare soltanto a lavorare”.

Enrico Tassotti

Condividi questo post: