Palladini: «Scappare da questa categoria. Bonvissuto? Giocatore importante, voglio recuperarlo»


Il tecnico della Samb in vista del prossimo impegno di campionato con la Folgore Veregra di Zaini: «Sarà una partita difficile, contro una squadra in salute». L’attaccante siciliano è nell’occhio del ciclone, ma il tecnico lo difende…

Ottavio Palladini è soddisfatto dei risultati ottenuti dalla Samb sotto la sua guida, ma quando lo si stuzzica parlando di fuga glissa e fa capire che i punti di distanza conteranno a fine campionato.

GUAI PARLARE DI FUGA – «Il campionato è ancora lungo, il vantaggio che abbiamo acquisito non è niente. Siamo stati anche fortunati perchè i risultati delle altre ci hanno giocato a favore. Arrivati ad un terzo della stagione dobbiamo concentrarci esclusivamente su di noi. Domenica sono stati commessi errori dovuti alla confusione, all'ansia, non ho visto errori tecnici. Bisogna pensare a giocare a calcio perchè questa è una squadra che, quando pensa a giocare a calcio, fa molto bene. Secondo me il fatto di dover vincere per forza porta ad essere meno lucidi in campo».

VERSO LA FOLGOREI tifosi attaccano Bonvissuto accusandolo di scarso impegno, chiedono Sorrentino dal primo minuto e Palladini spiega: «Il problema di Bonvissuto potrebbe essere anche un discorso fisico visto che non ha fatto la preparazione, è in ritardo rispetto agli altri. Io voglio recuperarlo perchè è un giocatore importante. Deve partecipare anche lui impegnandosi sempre. Credo che Sorrentino sia un giocatore diverso, capace di dare la svolta a partita in corso. Pezzotti è un calciatore che può ricoprire diversi ruoli e lo si è sempre visto perchè ogni volta che è stato impiegato ha sempre fatto bene. Chi entra dalla panchina deve essere in grado di dare un apporto alla squadra. Contro la Folgore Veregra non sarà facile perchè è una squadra compatta, ma abile nelle ripartenze e ne ha già pagato pegno il San Nicolò che ha subito due gol proprio in quelle occasioni».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: