Pagelle di fine anno. La diga issata da Conson e Salvatori, la costanza dei terzini


Da Lomasto a Pettinelli, passando per Casavecchia, Montesi e tanti altri. I voti a tutti i difensori della Samb: super la coppia centrale, gli under ingranano dopo un inizio difficile…

CONSON

8                                 29 PRESENZE                                2 GOL

Unico sopravvissuto della rosa allestita da Moneti. Beoni non lo “vede” proprio: nelle prime sei giornate è schierato una volta titolare, tre volte in panchina e due in tribuna. Nello stesso lasso di tempo la Samb subisce 11 gol. Palladini lo identifica come leader della difesa e lui lo ripaga con prestazioni impressionanti: roccioso e reattivo, il primo – ed unico – errore individuale lo commette alla giornata numero 33, a promozione già acquisita. Colosso invulnerabile.

SALVATORI

7,5                              32 PRESENZE                                3 GOL

Dopo Titone è il giocatore che colleziona più presenze: 32, tutte da titolare. Assieme a Conson forma una coppia difensiva che ha forza fisica, esperienza ed anche una discreta rapidità. Col compagno di reparto condivide un record inusuale: in due collezionano zero cartellini rossi. All'occorrenza veste anche i panni di goleador sui calci piazzati.

CASAVECCHIA

7                                 17 PRESENZE                                1 GOL

E' uno dei pilastri su cui si fonda lo spogliatoio: con professionalità accetta sempre la panchina (tanta), facendosi trovare più che pronto quando si presenta l'occasione, vedi il gol che sblocca una partita complicata come quella col Campobasso al Riviera. Un infortunio al piede lo blocca per un paio di mesi, si rivede in campo nel finale di stagione. Esempio.

LOMASTO

5                                 5 PRESENZE

Le sue lacune tecniche vengono evidenziate da un atteggiamento tattico fin troppo spregiudicato come quello di Loris Beoni. Tanti, troppi gli uno contro uno a campo aperto che si ritrova ad affrontare, incappando spesso in figuracce. Con il passare delle giornate Conson e Salvatori gli fanno scaldare i seggiolini di panchina e tribuna.

MONTESI

6                                 23 PRESENZE

Pur adattandosi piuttosto bene sulla corsia destra, lui che è un mancino, nella prima parte di stagione inanella diverse prestazioni sottotono. Col passare del tempo lima i suoi difetti, risultando il terzino più utilizzato nel corso dell'intera annata.

FLAVIONI

6                                 22 PRESENZE                                1 ROSSO

Come molti altri giovani, nella fase iniziale della stagione paga la pressione che c'è in un ambiente come San Benedetto: le gambe tremano e gli avversari gioiscono. Pian piano, però, acquisisce sicurezza e riesce ad imporsi come titolare sull'out di sinistra.

TAGLIAFERRI

6                                 9 PRESENZE

Fin troppo abbandonato a se stesso con Beoni sulla fascia, anche se dopo il cambio di allenatore trova posto nell'undici titolare con minore frequenza. Quando viene impiegato, comunque, non delude le aspettative.

PETTINELLI

7                                 10 PRESENZE

Tanto cercò un terzino destro la Samb, che alla fine tornò sul giovane del Perugia, già corteggiato in estate. Scelta azzeccatissima: l'esterno del Grifo ha piedi e rapidità che ricordano più un'ala che un esterno basso. Non manca, però, nemmeno quella disciplina tanto richiesta da Palladini. Ottimo prospetto.

MAPELLI

5                                 1 PRESENZA

La pezza che l'allora d.s. Fabrizio Alunni prova a mettere sulla destra è peggio del buco. Nella partita di andata col Monticelli la corsia del terzino scuola Inter si trasforma in un'autostrada a pedaggio zero, dove tutti sfrecciano liberamente. Trova miglior fortuna a Castelfidardo.

PINO

5                                 4 PRESENZE                                  1 ROSSO

Altro ragazzotto che arriva a stagione iniziata e che finisce quasi per indebolire un reparto delicato come quello difensivo. Rappresentativa è la partita in casa dell'Amiternina, quando viene espulso per doppia ammonizione poco prima dell'intervallo ed esce dal campo tra le urla di un inviperito Franco Fedeli. Abbattuto.

CARMINUCCI

6                                 5 PRESENZE

Protagonista dell'ultima promozione in Lega Pro (quella poi sfumata nell'estate 2013) viene richiamato da Palladini a stagione in corso. Poche le presenze, ma perlomeno ha il merito di dare un tocco di sambenedettesità alla rosa.

BONINSEGNI

S.V.                             0 PRESENZE

La presenza – pur da titolare – nel match di Coppa contro il Monticelli è decisamente troppo poco per poter esprimere una valutazione su di lui.

Condividi questo post: