Padova-Venezia 1 a 1. Inzaghi, il turnover e la sfida con la Samb


Al Riviera il Venezia incontrerà i rossoblù con novanta minuti in più sul groppone: nell’andata delle semifinali di Coppa Italia di Lega Pro pareggio nel derby con i biancoscudati …

Coppa Italia di Lega Pro, 22 febbraio: un gol per parte e appuntamento alla gara di ritorno quando Venezia e Padova si incontreranno a Sant'Elena.

L'INTERESSE DELLA SAMB – In questo caso è relativo (visto che ha salutato la competizione in agosto dopo aver chiuso dietro la Viterbese), ma circoscritto all’undici scelto da Inzaghi all’Euganeo. L'ex bomber del Milan, ha assicurato che in campo sarebbe andata la miglior formazione con un occhio, ovviamente, ai tre impegni racchiusi in sette giorni (Pordenone in casa, Padova e Samb in trasferta). Ampio turnover, quindi.

CONTRO IL PADOVA – In porta, turno di riposo per Facchin, è andato Vicario (nomen omen), mentre in difesa confermatissima la presenza del 27enne centrale Marco Modolo, titolare anche nell'ultima sfida contro i ramarri. Fabris sulla fascia sinistra, a far rifiatare Garofalo, mentre sull’interno destro del centrocampo è andato Falzerano, che a San Benedetto non sarebbe comunque sceso in campo causa ammonizione rimediata contro il Pordenone (era diffidato). Sull’esterno offensivo s’è visto Caccavallo che al Riviera potrebbe anche ritagliarsi uno spazio importante. In gara ha aperto le danze Ferrari, imbeccato da Fabris alla mezz’ora, ma Mazzocco, per il Padova, ha risposto fissando il risultato sul definitivo 1 a 1.

RIENTRO – Per il ritorno si dovrà aspettare l’otto marzo quando i biancoscudati saranno di scena al Penzo ed uscirà una delle due finaliste della competizione. Domani il Venezia tornerà a lavoro per preparare la sfida contro la squadra di Sanderra calandosi in una tre giorni intensiva prima della partenza, alla volta della riviera marchigiana, sabato pomeriggio.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: