Non solo la fusione con la Fermana: storia e curiosità sulla Folgore Veregra


In poche righe ripercorriamo la storia del club veregrense, allenato dall’ex Grottammare Luigi Zaini. All’andata finì 2-0 per i rossoblù: gol di Sorrentino e Titone…

La società sportiva Falerone nasce nel 1957. I campionati regionali di Prima Categoria e Promozione sono i più frequentati dal club biancoazzurro. Nell'estate del 2013 la società Montegranaro Provincia Fermana (vincitrice dei play off di Eccellenza Marche e quindi promossa in Serie D) è protagonista della fusione con la AFC Fermo: nasce così l'odierna Fermana Football Club del patron Vecchiola, che si iscrive al campionato di Serie D. A Montegranaro, però, ci si impegna per far restare la prima squadra anche dopo la fusione, così l'imprenditoria locale riesce a dare seguito alla vecchia esperienza in una città storicamente votata al basket. Con la collaborazione della Società Sportiva Falerone nasce quindi la Folgore Falerone Montegranaro (utilizzando la matricola FIGC della S.S. Falerone, militante nel campionato regionale di Promozione e poi ripescata nel raggruppamento unico di Eccellenza). Nella passata stagione c'è stata l'ultima fusione, quella con la Veregra (club della provincia di Macerata militante nel campionato di Terza Categoria) ed il conseguente cambio di denominazione in Folgore Veregra. Attualmente la società è presieduta da Luciano Bartolini e Pasquale Fermani; la prima squadra folgorina è allenata dall'ex Grottammare Luigi Zaini. Le partite in casa della Folgore Veregra si svolgono allo stadio comunale di Montegranaro: capienza di 1000 spettatori, terreno di gioco in erba naturale. Il costo complessivo della trasferta è di 26€: 20€ di carburante e 6€ di pedaggio autostradale. Per arrivare a destinazione, dopo aver preso la A14 in direzione nord, si deve uscire al casello Civitanova-Macerata e percorrere la superstrada Civitanova-Foligno fino all'uscita di Montecosaro. Dopo circa 15 chilometri si arriva a Montegranaro. Tempo di percorrenza (solo andata): 52 minuti. Il match dell'andata – al Riviera delle Palme – finì 2-0 in favore della Samb: gol di Sorrentino e Titone.

ADA

Condividi questo post: