Nata sotto il segno del gol. Tutti i numeri dell’attacco della Samb


Parafrasando la canzone di Antonello Venditti si può descrivere uno dei punti di forza della Samb 2015/2016: segnare, sempre. Quello rossoblù è il decimo migliore attacco di tutta la Serie D…

SEMPRE A SEGNO – Quando si dice che il gol è di casa. La Samb, prima della classe, è anche la squadra più prolifica di tutto il girone F. Non è cosa da poco, a leggere i numeri generati dagli altri attacchi. L'arma di forza degli uomini di Palladini sta nella costanza: nessuno come la Samb è andato a segno in ogni gara. Con 60 reti messe a segno in 28 gare vanta, la capolista vanta l'invidiabile media di 2,14 gol per incontro. Il match con più reti è stato quello del Riviera contro l'Olympia Agnonese del tecnico Silvio Paolucci. Nel 5 a 2 finale si trova, innanzitutto, il capocannoniere della squadra Mario Titone con due reti, poi Sorrentino, Sabatino e Pezzotti. La gara esemplare per numero di gol coincide anche con quella che consacrò i rossoblù «Campioni d'inverno» con due turni d'anticipo.

TANTI BOMBER – Tra i record personali infranti ci sono quelli di Mario Titone e Mario Barone: nessuno dei due aveva mai realizzato tanto in carriera. Il centrocampista napoletano è stato di certo agevolato dal lavoro dei compagni, che hanno conquistato un gran numero di calci di rigore. Il 27enne attaccante esterno, nato ad Erice, è stato capace di superare il suo record personale, 12, portandosi addirittura a 16. Grazie a questo Titone vanta anche il primo posto della classifica marcatori del girone F, in coabitazione con Sivilla ed inseguito immediatamente da Marolda ed Esposito (15).

IN ITALIA – Quello della Samb è il decimo miglior attacco in Serie D nei nove gironi: con i suoi 60 gol, la squadra di Palladini si ritrova dietro ad Altovicentino (73), Piacenza (72), Venezia (70), Lecco (69), Caronnese (65), Mestre (63), Chieri (62) e Fondi (61). Nei gironi, però, non corrispondono il numero di gare giocate, così un prospetto più fedele potrebbe essere rappresentato dalla media gol. Qui i rossoblù sono al quinto posto con 2,14 gol a partita dietro a Piacenza e Altovicentino (2,25), Venezia (2,19), Fondi (2,18) e Lecco 2,15. Se quasi tutte le squadre si trovano nelle zone alte della classifica, piccola curiosità, chi ha segnato tanto e raccolto poco è il Mestre (63 reti, 1,97 media), ma si trova all'ottava posizione del girone C.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: