N’Tow, la scheggia mancina: «Sto migliorando. Reggiana fortissima, ma noi possiamo restare in alto»


I tifosi si sono interrogati su quali fossero le qualità del ghanese, ma ora che è pienamente recuperato dall’infortunio hanno la risposta: il guastatore della fascia sinistra…

La prima partita, in rossoblù, è stata una parentesi sfortunata all'Helvia Recina contro la Maceratese. Da lì un lungo infortunio che l'ha tenuto ai box fino a qualche settimana fa, quando è tornato a galoppare sulla fascia, seminando il panico tra le fila avversarie. N'Tow, la freccia mancina di Ottavio Palladini, analizza il momento suo e della Samb:

«Sono contento per come sta andando adesso. Purtoppo un lungo infortunio mi ha tenuto lontano dai campi per tanto tempo, ma ora ho recuperato e sono tornato. Voglio aiutare la squadra e partita dopo partita sto sempre meglio. Credo si possa dare ancora di più, pur non essendo facile. C’è molto da fare, ma è possibile tenere questa posizione di classifica».

Una fragilità fisica che lo ha sempre accompagnato, fin dagli esordi tra le giovanili dell'Inter:

«Anche in passato ho sofferto di questi problemi che mi hanno limitato molto in carriera, ma credo che San Benedetto sia l’occasione per il mio rilancio».

Uno sguardo alle contendenti del girone B:

«Credo che una delle squadre più toste in campionato sia la Reggiana: a livello di organico è una delle più complete, anche dal punto di vista atletico. È un campionato in cui avrà la meglio chi corre di più».

Domenica arriva un Modena in difficoltà, ma N'Tow non si fida:

«La posizione in classifica non c’entra. Il Modena è in difficoltà, ma non è una squadra scarsa. Dovremo impegnarci molto altrimenti non sarà facile. Affrontiamo partita per partita e anche il mister ci prepara una gara alla volta».

San Benedetto e la Samb per il rilancio, che cosa vede Isaac nel suo futuro?

«Il futuro? Prendo quello che verrà…».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: