Moriero: «L’obiettivo è valorizzare i giovani. Vittoria finale? Ci sono diverse corazzate»


Moriero non può che sorridere del secondo posto attualmente occupato dalla sua Samb. Il rendimento è decisamente positivo con 19 punti raccolti in 9 gare giocate. Una crescita esponenziale del gruppo plasmato in estate e costruito in sinergia con il DS Panfili e la società del presidente Fedeli. Una minuziosa ricerca della giusta amalgama tra giocatori esperti e giovani di qualità che permettessero ai colori rossoblù di tornare a respirare aria d’alta quota. Ma Moriero, che è un leccese verace, vuole sempre di più e sempre meglio. Ecco le sue parole raccolte da SalentoSport.net:

«Sono soddisfatto, certo, e non potrebbe essere altrimenti visto che ci troviamo lì in alto. Siamo davanti a tanti club attrezzatissimi per inseguire il primo posto finale. Noi sinceramente non guardiamo la classifica, restiamo con i piedi ben piantati per terra e pensiamo solo a giocare partita dopo partita. D’altronde l’obiettivo che la società mi ha prefissato è quello di far crescere i giovani e valorizzarli. Per questo motivo resto concentrato su questo tipo di lavoro, anche perché nonostante la classifica sorrida a noi sono altre le pretendenti alla vittoria finale, le quali hanno costruito vere e proprie corazzate per la categoria».

 

Non vuole illudere, il tecnico, i suoi tifosi. Sulle ceneri della Samb di Palladini e Sanderra è nata quella che ora viaggia alle spalle del Pordenone ed in compagnia del Padova. Lo scorso anno, sotto la guida del trainer romano, i rossoblù volarono ai playoff. Dopo aver battuto il Gubbio si ritrovarono contro la corazzata Lecce. Al Riviera delle Palme e al Via del Mare, i giallorossi, hanno sofferto e rischiato. Restano ancora i rimpianti dalla gara di ritorno con le parate di Pegorin e la traversa di Vallocchia. Ma il calcio è strano: cosa farebbe Moriero se dovesse succedere anche quest'anno?

« Mi auguro che non succeda, ma in tal caso ovviamente dovrei fare il mio compito: quello di fare il meglio per la Samb. Come detto, noi pensiamo a crescere settimana dopo settimana, mentre per quanto riguarda il Lecce spero che possa arrivare la tanto agognata promozione in Serie B per via diretta. La città se lo merita pienamente».

Redazione

Condividi questo post: