Moneti: “A giorni chiudo con i Buonocunto”. Tensione in sala stampa, poi un incontro


Clima teso in sala stampa, con il presidente che annuncia anche di aver incaricato Aniello Martone come nuovo direttore sportivo. Ma al termine della conferenza Barra ed alcuni rappresentanti dell’associazione hanno incontrato Moneti…

CLIMA TESO – Bocciata la proposta dell’azionariato popolare supportato da imprenditori locali. Moneti vuole chiudere con i Buonocunto e lo farà nei prossimi giorni. Sono questi alcuni dei passaggi della tesa conferenza stampa che si è tenuta nel pomeriggio all’interno del Riviera delle Palme. Conferenza che si è conclusa anche con qualche momento di tensione, con alcuni rappresentanti di tifoseria ed Associazione che non hanno gradito le scelte dell’imprenditore viterbese.

L’OFFERTA DI NOI SAMB – Una proposta piuttosto articolata, quella che era stata fatta dall’associazione, che ha spiegato l’avvocato Roberto Ascani (che ha rappresentato Moneti nel corso dell’incontro di giovedì sera con Paolo Gaetani e Mario Di Buò): una cifra  dilazionata in tre soluzioni fino al 30 giugno 2016, con Noi Samb che si sarebbe subito fatta carico della gestione sportiva della squadra. Moneti e Ascani non hanno parlato di cifre; in realtà, in un comunicato diramato nel primo pomeriggio dall’Associazione, si fa riferimento ad una cifra di 150mila euro (rifiutata da Moneti che avrebbe chiesto il doppio per la cessione definitiva e totale del club).

PROSSIME MOSSE – “Mi incontrerò con i Buonocunto lunedì o martedì per chiudere la trattativa” ha dichiarato Moneti, che subito dopo ha detto di aver già incaricato Aniello Martone come nuovo direttore sportivo del club. “Già da domani inizieremo a muoverci per la questione allenatori e giocatori, lavorando in maniera molto veloce perché i tempi sono stretti”. Per il ritiro estivo – che dovrebbe iniziare tra il 15 ed il 20 luglio – la società ha vagliato tre ipotesi. Moneti ha poi parlato di altri tre progetti che ci sarebbero in cantiere: tra questi quello relativo alla gestione di un impianto sportivo a Centobuchi. Ma tutti questi aspetti sono passati inevitabilmente in secondo piano. È stata la giornata in cui Moneti ha detto no a Noi Samb. Ma attenzione: dopo alcuni attimi di tensione al termine della conferenza alcuni rappresentanti dell'associazione si sono intrattenuti con il presidente. Cosa si sia detto nell'ufficio di presidenza lo si saprà probabilmente nelle prossime ore.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: