Miracoli, momento delicato. Andrea Fedeli: «Mio padre lo punzecchia dall’inizio…»


Nelle ultime due partite ha segnato un gol, ma il rigore siglato a tempo scaduto in casa del Teramo (contro un portiere improvvisato) non può bastare per redimere gli ultimi 180′ disputati da Luca Miracoli. Al Bonolis, ma soprattutto al Riviera delle Palme contro il Pordenone, le sue prestazioni non sono state sufficienti. A rimarcarlo, sabato, sono stati anche il presidente Franco Fedeli e l’allenatore Ezio Capuano. «Per me resta determinante – ha detto al Corriere Adriatico nei suoi confronti Andrea Fedeli -, ma la sua prova di sabato stride con quella di tutta la squadra. Mio padre punzecchia Miracoli dall’inizio della stagione: non mostra grande entusiasmo per lui, però Luca deve reagire se vuole continuare a stare su livelli importanti». Già anche perché il mercato invernale è molto vicino e non è da escludere che in caso di rendimento opaco anche nelle prossime gare la società possa decidere di mettere alla finestra la punta genovese, che ad oggi è comunque il miglior marcatore rossoblù con 6 gol all’attivo.

Redazione

Condividi questo post: