Miracoli e Di Massimo entrano e segnano. Samb-Vicenza 2-1, LA CRONACA


SAMB-VICENZA
22’st Miracoli (rig.), 34’st Di Massimo, 38’st Ferrari

Le formazioni

SAMB (3-4-1-2): Perina; Conson, Miceli, Di Pasquale; Mattia, Gelonese, Bacinovic, Tomi; Bellomo (11’st Esposito); Valente (20’st Di Massimo), Stanco (20’st Miracoli). A disp. Pegorin, Di Massimo, Bove, Demofonti, Candellori, Patti, Austoni, D’Intino, Haxhiu. All. Capuano.
VICENZA (4-3-1-2): Valentini; Tassi, Malomo (29’st Bianchi), Crescenzi, Giraudo (44’st Lucca); Romizi, Milesi, Giorno (24’st Giacomelli); De Giorgio; Ferrari, Comi. A disp. Fortunato, Costa, Magri, Ferchichi, Giusti, Bangu, Tardivo, Lucca. All. Zanini.
ARBITRO: Corella di Bari (Falco-Palermo di Bari).
ESPULSI:
AMMONITI: 20’pt Conson, 23’pt Comi, 22’st Giraudo, 27’st Esposito, 34’st Di Massimo, 43’st Miracoli, 45’st Miceli.
ANGOLI: 4-3.
RECUPERI: 1’-4’.
NOTE: Campo molto appesantito, freddo e pioggia. Samb in campo con l’abituale divisa rossoblù, bianca con innesti rossi per il Vicenza.

La classifica non sorride al Vicenza che al Riviera arriva in cerca di una vittoria. Non sta a guardare la Samb che vuole subito superare il pari di Fano e lanciarsi verso il forcing finale del campionato alla conquista della miglior posizione in chiave playoff. I padroni di casa confezionano tre azioni nell’arco dei primi venticinque minuti. Già dopo un quarto d’ora Stanco e Bellomo imbastiscono una buona combinazione sul vertice mancino dell’area coinvolgendo poi Mattia, sulla fascia opposta. Il tiro dell’ex Lazio è inguardabile, ma l’idea è da apprezzare. Così come lo spunto di Valente, che stavolta fa correre Stanco lanciandolo in area. Valentini in uscita anticipa l’ariete rossoblù. Poco prima della mezz’ora, al 27’ per la precisione, Bacinovic batte rapidamente un piazzato dalla trequarti innescando Valente. L’esterno arriva a fondo campo, rientra sul mancino smarcando Romizi e crossa. La sfera è calibrata per la testa di Conson la cui conclusione non impensierisce l’estremo ospite. Al 33’ il Vicenza, dopo qualche timido tentativo, si fa vedere dalle parti di Perina. Sugli sviluppi di un corner Tassi penetra dal vertice dell’area e prova una conclusione mancina al volo che si spegne di poco sul fondo. L’indice di pericolosità pende dalla parte della Samb nella prima frazione, ma si va negli spogliatoi sullo 0-0.
Nei primi minuti della ripresa, come due pugili, Samb e Vicenza testano la guardia: prima Ferrari prova a rendersi pericoloso, il tiro è impreciso, poi Stanco va in torsione su un buon cross di Mattia ma la palla si spegne sul fondo. Al quarto d’ora gli ospiti beneficiano di un calcio di punizione da posizione molto invitante. De Giorgio si presenta, qualche metro lontano dall’area di rigore, e prova la conclusione diretta nello specchio. La mira è imprecisa e Perina controlla. La Samb davanti gode di forze fresche: Capuano rivoluziona il reparto offensivo inserendo Esposito, Di Massimo e Miracoli. a metà della ripresa la Samb, finalmente e tra l’incredulità del Riviera, riceve un calcio di rigore.  Mattia prova ad entrare in area, Giraudo lo stende e Carella accorda il penalty ai rossoblù. Miracoli sul dischetto, sotto la Nord, opta per la soluzione violenta e fa esplodere lo stadio: 1-0. Alla mezz’ora Esposito si mette a ballare la Samba: Di Massimo pesca tra le linee avversarie il compagno di reparto che ubriaca Crescenzi e Tassi con una serie di dribbling impressionante. Il tiro viene impattato in corner. Al 34’ poi lo show lo fa Di Massimo. Dalle retrovie arriva un perfetto lancio di Esposito stoppato dal numero 7 che beffa Valentini in uscita e mette in rete il raddoppio. Celebrazioni eccessive con maglia e bandierina che volano via, arriva il giallo. La Samb però si complica la vita. Quattro giri  di lancetta dopo De Giorgio pennella, dalla fascia, per Ferrari. La sfera finisce alle spalle di Perina e il Vicenza torna a crederci. I padroni di casa però resistono, soffrono e temporeggiano portando a casa tre punti fondamentali.

Condividi questo post: