Matteo Patti, difensore giramondo: «San Benedetto una piazza caldissima»


Il 33enne ha accumulato tanti minuti nel “girone sud”, in Serie C. Si trova, da professionista, nel raggruppamento B per la prima volta. Qual è stata la prima impressione?

Matteo Patti è nato a Catania, come Francesco Rapisarda suo compagno di reparto. Due mesi fa ha compiuto 33 anni e, tra le altre, ha giocato con Ischia, Catanzaro e Martina, prima di approdare alla corte di Moriero. Tanta gavetta in D e l'arrivo nel Girone C della terza divisione. Per la prima volta, tra i professionisti, si trova faccia a faccia con il girone B. Sorge spontanea, dopo tanto girovagare a sud (ma conta anche qualche apparizione con Ancona e Santegidiese in D) una domanda: quali sono le principali differenze tra il girone B e il girone C?

Ecco il Patti-pensiero: «Da quando la Serie C è stata unificata i gironi si sono più o meno livellati. Non ci sono grandi differenze atletiche o tattiche. Questa, qui a San Benedetto, potrebbe benissimo essere una piazza del sud visto che è sempre molto calda e presente. – Qualche, piccola, nota si registra nel modo di interpretare le gare – Nel girone C si gioca, sostanzialmente, in maniera più agonistica. Da quello che ho visto, qui, si prova a lasciare una impronta nella gara». 

Redazione

Commenti
Condividi questo post: