Matelica, poker rifilato al Campobasso. Il San Nicolò batte l’Olympia e resta in scia con la Vastese


Giornata del rigore nel girone F: cinque penalty trasformati su sei assegnati. Super Pera trascina la capolista, il Monticelli vince a Grottammare, Raparo firma la prima rete con la maglia della Vis Pesaro…

Chieti – Sammaurese 0-1
I neroverdi escono sconfitti per l’ennesima volta in questo campionato dando l’idea di non essere in difficoltà solo a livello di organico. L’impressione è, in ogni caso, quella di una squadra che ha voglia di lottare, ma si riduce al ruolo di Don Chisciotte che affronta i mulini a vento. La Sammaurese passa grazie ad un rigore assegnato dopo qualche minuto dall’inizio del match e trasformato da Scarponi. Nella ripresa qualche fiammata ospite, sterile dalle parti di Ronchi, e spazio al rosso diretto per il difensore teatino Albanese ed il tecnico avversario Protti, entrambi per proteste.

Civitanovese – Alfonsine 1-0
Una boccata di ossigeno e un filo di distacco in classifica per CItanò che prende le distanze proprio dagli avversari dell’Alfonsine. Al termine di una gara abbastanza combattuta, ma per lunghi tratti dominata da confusione ed imprecisioni, la spuntano i padroni di casa che, all’ultimo minuto di recupero, trovano il gol vittoria grazie a Battisti sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Fermana – Pineto 3-0
Abruzzesi non pervenuti e al Recchioni di Fermo, per i padroni di casa, è quasi una passeggiata. Gara in discesa già al 13’ quando a timbrare è Cremona. In chiusura di primo tempo il Pineto stende il tappeto rosso agli avversari perché perde per doppio giallo Di Rosa. Nella ripresa ci vogliono venticinque minuti per chiudere la gara con la doppietta di Margarita (rigore al 24’, colpo di testa al 27’).

Matelica – Campobasso 4-0
C’erano tutti i presupposti per vedere una bella partita, ma il sentore che fosse un match a senso unico proprio no. Invece il Matelica rispedisce il lupo nella tana con le pive nel sacco dopo aver infilato quattro reti ed aver dominato per tutti i novanta minuti. Pera trasforma un calcio di rigore che si procura al 18’ poi si regala subito il bis in chiusura di primo tempo. Dopo cinque minuti di gioco, nella ripresa, Di Maio firma il terzo gol e chiude il match, con un Campobasso che ci prova senza soluzione di continuità. Al 91’ Frinconi aggrava il passivo.

Monticelli – Romagna Centro 1-0
Ormai di casa al Pirani di Grottammare il Monticelli trova la terza vittoria in questo campionato. Tra il pubblico anche un volto noto, l’ex tecnico Carlo Mazzone. La partita non decolla, complice un terreno di gioco in condizioni pessime, e gli ascolani riescono a portare a casa la vittoria grazie ad un tap-in di Bucchi alla mezz’ora di gioco.

Recanatese – Vis Pesaro 1-2
La Vis strappa una bella vittoria contro la Recanatese che poteva vedere un passivo anche più grave se la dea bendata avesse strizzato l’occhio a Raparo e soci. Subito ospiti pericolosi in una serie di occasioni collimate con il vantaggio realizzato da Falomi al 25’. Al quarto d’ora della ripresa l’ex Samb Marco Raparo deposita in rete un assist di Falomi. C’è spazio per la rete leopardiana in chiusura di match con Lauria, in pieno recupero.

San Marino – Jesina 2-2
Come buttare alle ortiche la vittoria. Il San Marino ne sa qualcosa visto il doppio vantaggio acquisito e recuperato da una Jesina decisa, ma non certo irresistibile. Al quarto d’ora il direttore di gara, la sig.ra  Bianchini di Terni, assegna un penalty agli ospiti. Trudo batte, ma Dini para. Al 39’ si invertono le parti. Baldazzi viene steso da Carnevali in area e il rigore è per i padroni di casa che passano con Olcese. In apertura di ripresa i leoncelli trovano subito il pari grazie a Bontà, ma alla mezz’ora il Titano torna avanti grazie al gol di Braccini. Quando la gara sembra terminata si distraggono i padroni di casa che subiscono l’infilata di Censori.

San Nicolò – Olympia Agnonese 2-0
Non bisogna sempre essere belli per vincere, a volte la fortuna aiuta gli audaci. In questo caso ha aiutato parecchio la squadra di Epifani che si porta a tre lunghezze dalla testa della classifica battendo i diretti concorrenti. Michael Traini infila un netto calcio di rigore assegnato dopo ventuno minuti di gioco portando i suoi in vantaggio. L’Agnonese ci prova insistentemente, ma si scontra contro la difesa biancazzurra e contro una direzione di gara ritenuta dai molisani abbastanza discutibile. Al 77’ ha la meglio il cinismo abruzzese e Moretti chiude i giochi con il 2 a 0.

Vastese – Castelfidardo 2-0
Gli abruzzesi tornano a vincere tra le mura amiche e lo fanno nei primi quarantacinque minuti sbarazzandosi di un modesto Castelfidardo. I padroni di casa ci provano insistentemente fino a trovare il primo vantaggio al 25’ con Manzo. Poco dopo la mezz’ora Manisi entra in area e viene abbattuto da Lodi. Rigore che va a battere, e trasformare, Prisco. Nella ripresa spazio a qualche azione ospite, mai a buon fine.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: