Manoni regala i tre punti al Porto d’Ascoli. Pergolese battuta 1-0


PORTO D’ASCOLI-PERGOLESE 1-0
PORTO D’ASCOLI (4-4-2): Di Nardo; Leopardi, Sensi, Manoni, Trawally; Schiavi, Gabrielli, Rossi (22’st Alighieri), Verdesi (15’st Nespeca); Liberati, Gaeta (46’st Lanzano). A disp. Verissimo, Traini, Gagliardi, Tassotti, Romagnoli, Granito. All. Sante Alfonsi.
PERGOLESE (4-4-2): Pollini; Righi, Lattanzi, Tafani, Gnaldi; Mancini, Gambini, Lasku (15’st D’Emanuele), Gallotti (45ìst Carletti); Genghini (33’st Bucci), Piergentili (15’st Savelli). A disp. Landini, Digennaro, Marini, Carletti, Carucci. All. Aldo Clementi.
ARBITRO: Matteo Bottin di Ancona (Bellagamba-Grieco)
RETE: 44’st Manoni
NOTE. Spettatori: 200 circa; ammoniti: Trawally, Gnaldi, Lasku, Verdesi, Gaeta; angoli: 5-2; recupero: 0’+5′.

Il Porto d’Ascoli conquista altri tre punti e risale in classifica. Il successo è arrivato proprio al 90′ grazie ad un colpo di testa del giovane Manoni e ai danni di una Pergolese che ha messo sul campo una buona prestazione e non meritava di uscire con una sconfitta.

Partita bruttina con pochissime emozioni e giocata soprattutto a centrocampo. Al 2′ si vede il Porto d’Ascoli con un corner di Gaeta che trova Liberati che da favorevole posizione manda altissimo. Al 12′ grande occasione per gli ospiti con Lasku che mette al centro dalla sinistra e Mancini a tu per tu con Di Nardo non riesce a mettere dentro. La Pergolese effettua un pressing a tutto campo che mette in grossa difficoltà i padroni di casa che non riescono a creare gioco. Al 26′ Piergentili non inquadra la porta poi, prima dell’intervallo, è Schiavi a provarci senza fortuna.


La gara riprende sulla falsariga della prima frazione ma al 4′ la difesa della Volante corre un brivido con il giovane Verdesi il cui cross viene deviato e per poco non sorprende Pollini. Al 16′ Di Nardo blocca un colpo di testa di Tafani poi, un minuto dopo, è Liberati che sfiora il palo. Al 24′ Di Nardo è bravo a respingere la conclusione di D’Emanuele. Alla mezzora Liberati ci prova di tacco ma Pollini è attento. Quando sembrava materializzarsi il pari, al 43′, Trawally effettua un tiro cross che costringe Pollini alla deviazione in corner. Dalla bandierina batte Leopardi, Gaeta prolunga e sul secondo palo irrompe Manoni che insacca.

Condividi questo post: