Mancuso: «Col Venezia senza paura. Voglio che sia un anno importante per me e per la Samb»


L’attaccante rossoblu si gode il momento magico: «Un ottimo inizio». Poi guarda la difficile trasferta di Venezia: «Hanno molti nomi importanti e dopo la sconfitta vorranno rialzarsi subito»…

Un avvio di campionato incredibile, quello della Samb al ritorno, per i più nostalgici, in Serie C. Tra i protagonisti c’è Leonardo Mancuso, l’arma letale che si dice felice, non certo sorpreso:

«L’inizio è stato sicuramente ottimo, ma non è che non me l’aspettassi. Sono felice di fare bene, io, e tutta la squadra. – I fattori che hanno portato i rossoblu così in alto sono da ricercare in diverse situazioni che si sono venute a creare con il lavoro –  Influiscono certamente l’ambiente, il nostro gruppo, gli schemi del mister e la mia condizione fisica che sto cercando di mantenere sempre al top».

A Catanzaro, lo scorso anno, non è stato facile:

«Non ho avuto una stagione positiva, ma è stata molto formativa. È stato un campionato difficile, ma non ho mai mollato. Alla fine siamo riusciti a salvarci all’ultima giornata».

Parma e Venezia: il parallelismo più facile che emerge tra le due squadre, nomi a parte, è quella voglia di prendersi subito la B:

«Non vedo molte differenze: sono le squadre più attrezzate del girone e hanno grosse individualità, soprattutto davanti, dove ci sono attaccanti di altre categorie. Questo non deve assolutamente intimorirci: abbiamo voglia di continuare a macinare prestazioni positive. Il Venezia, dopo la sconfitta contro il Pordenone, avrà certamente il dente avvelenato e vorrà rifarsi subito».

Il tifo, il Riviera e le prime impressioni in rossoblù:

«San Benedetto è una tappa importante nella mia carriera: la piazza non ha bisogno di presentazioni e fare bene qui dà sicuramente un qualcosa in più. Voglio che sia un anno importante per me e per tutta la Samb che è tornata tra i Pro che è il posto dove merita di stare».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: