«Bove playmaker? Dipende anche da impegno e umiltà»


Mister Giuseppe Magi ha tanti compiti: dal tenere sull’attenti i suoi in vista dell’inizio del campionato, ormai un calvario, al valorizzare i tanti giovani in rosa. Passando pure per l’impegno di consolidare le certezze della Samb. Una di queste si chiama Gabriele Bove. L’ex Juventus primavera, che si è confrontato col professionismo solo un anno fa, secondo quanto visto nel prestagione sarà il playmaker rossoblù. Dai suoi piedi partiranno geometrie e palloni che gli avanti dovranno depositare in porta. In diretta a VeraTv, il tecnico, ha spiegato:


«Questa società ha tanti obiettivi tra cui la crescita dei giovani e il consolidamento gli elementi dello scorso anno. Bove è un ’98 che ha fatto sei mesi in pianta stabile in prima squadra, dimostrando qualità, poi è arrivato quell’infortunio che lo ha penalizzato. Il mio lavoro è farlo crescere e lavorare su di lui, accettando anche partite meno positive. Magari fra qualche anno si ricorderà della sua esperienza a San Benedetto. Dire oggi che Bove può fare il playmaker dipende molto da lui e dall’impegno e l’umiltà che metterà in questo ruolo».


Condividi questo post: