Luca Fanesi a casa tra qualche settimana. Ma dalle indagini nessuna novità


C’è sollievo tra i membri della famiglia Fanesi dopo che l’intervento neurochirurgico che si è svolto lunedì sera non ha determinato conseguenze preoccupanti per Luca, che dal 5 novembre si trova ricoverato all’ospedale San Bortolo di Vicenza. «Siamo sollevati e fiduciosi» aveva detto poche ore dopo l’intervento Massimiliano Fanesi, fratello di Luca, che assieme alla moglie del 44enne è ormai presenza fissa in Veneto. Se le condizioni del paziente miglioreranno nei prossimi giorni, come nelle previsioni, si potrà iniziare a pensare ad un rientro a casa: è presto ancora per fissare una data, ma Luca potrebbe essere a San Benedetto nel giro di una mesata. Intanto la famiglia prova ad accelerare anche sul fronte delle indagini: «Vorrei chiedere al nostro legale, l’avvocato Balbo, di sollecitare la Procura» ha detto al Corriere Adriatico Massimiliano Fanesi. Ad oggi, infatti, nessuno è stato iscritto nel registro degli indagati.

Redazione

Condividi questo post: