Luca è cosciente, ma non ricorda: “Perchè sono qui?”


Si chiede come mai si trovi su un letto d’ospedale a quattro ore da casa sua. Luca Fanesi, che dopo la gara della sua Samb contro il Vicenza è finito al San Bortolo, è sveglio ed è tornato a mangiare. Il recupero si preannuncia molto lento e faticoso, ma il fatto che sia sveglio e provi a comunicare con chi gli sta intorno lascia ben sperare. Non riesce ancora a parlare a causa di una tracheotomia, ma riesce a farsi capire tramite il labiale. Quello che al momento del ricovero è stato un barlume di lucidità, raccontato ai soccorritori, ora è un vuoto: «Perché sono qui?» chiede. Si resta in attesa di un altro intervento che andrà a sistemare uno “sportellino cranico”. La riabilitazione sarà lunga e complessa.

Condividi questo post: