Lega Pro, il Venezia espugna Bolzano col fiato sul collo del Parma vincente a Macerata


Nel 33esimo turno del girone B di Lega Pro c’è la sfilata di X in zona playout. Cade ancora il Gubbio contro il Santarcangelo mentre il Bassano interrompe la striscia negativa contro l’AlbinoLeffe pareggiando 0 a 0…

Reggiana – Pordenone 0-0
Un match tra deluse che non si vergognano di portare a casa un punto a testa. Le ambizioni di inizio stagione, per entrambe, erano certamente diverse, ma quella potenza chiamata Venezia le ha spazzate via costringendo gli altri ad accontentarsi delle briciole. Ben poco da raccontare del match al Mapei Stadium se non una brillantezza leggermente più incisiva dei padroni di casa che con Contessa e Sbaffo hanno provato a creare qualche fastidio alla difesa avversaria, ma senza successo.

Modena – Forlì 0-0
Un punto a testa che, come in occasione dell’anticipo del venerdì, accontenta tutti. Qui ci si gioca la salvezza e il non subire gol aiuta e non poco. Dopo la noia del primo tempo il Modena prova ad uscire fuori nella ripresa e quasi trova il vantaggio con Diop che divora un’occasione clamorosa. Poca roba.

Bassano – AlbinoLeffe 0-0
I bergamaschi si presentano in formazione fortemente rimaneggiata e per il Bassano si apre qualche spiraglio, la vittoria permetterebbe di vedere la luce in fondo ad un tunnel di sette sconfitte consecutive. Il risultato non si schioda dallo 0 a 0 ma, a differenza dei precedenti di giornata, ha vissuto di diversi sussulti. Restano in orbita playoff le due formazioni con la squadra di Bertotto che non riesce a vincere, ma interrompe almeno la striscia negativa.

Fano – Mantova 1-1
Ci si gioca la salvezza e in questi casi non è mai semplice scendere in campo a fare la partita. Dopo un primo tempo equilibrato, dove si è costruito poco, si gode delle emozioni nella ripresa: il Fano passa in vantaggio grazie ad un rigore segnato da Germinale. Il pari non è proprio banale: Caridi, al 74’, inventa un colpo da maestro da distanza siderale e infila l’1 a 1.

FeralpiSalò – Padova 2-1
La Feralpi regola il Padova dopo averlo messo pesantemente sotto nel primo tempo. Bracaletti, in grande spolvero, realizza una doppietta infilando una rete al 7’, tap in facile di rifinitura alla traversa colpita dal compagno Gerardi, dopo la mezz’ora conclude perfettamente un’azione corale. Nella ripresa il Padova prova a fare la partita, ma oltre il gol di Altinier, che dimezza lo svantaggio, non riesce ad andare.

Santarcangelo – Gubbio 1-0
Il Santarcangelo mette una seria ipoteca sulla salvezza battendo un irriconoscibile Gubbio. Ai romagnoli basta la rete di Cesaretti in avvio di ripresa per sublimare una gara ordinatamente dominata dove il Gubbio di Magi non è mai riuscito a rendersi pericoloso se non sul finale di gara.

SudTirol – Venezia 0-2
A Bolzano il Venezia non soffre neanche tanto per portare a casa la vittoria. Marsura alla mezz’ora e Garofalo prima della pausa inchiodano i padroni di casa, incapaci di reagire allo strapotere della squadra di Inzaghi ormai sempre più vicina alla serie B.

Parma – Maceratese 2-0
Due reti ed un rigore sbagliato permettono al Parma il ritorno alla vittoria in casa. La Maceratese, colma di problemi nel rettangolo verde e fuori, passa sotto poco dopo il fischio iniziale quando Nocciolini mette la firma su una azione incredibile di Calaiò che si beve gli avversari con facilità. La seconda rete è di Baraye che realizza al termine di una sgroppata. Nella ripresa Calaiò spara un rigore addosso a Forte e getta alle ortiche la possibilità di realizzare la terza rete davanti al pubblico amico.

Lumezzane – Ancona 2-1
Qui la cronaca dell'incontro della prossima avversaria della Samb.

 

Domenico del Zompo

 

Condividi questo post: